Microsoft Azure  torna protagonista Martedì 17 marzo con il nuovo e atteso appuntamento con la Microsoft Azure Academy. Un percorso di training e competizione che, all’interno delle Microsoft Academyadi, sta conquistando successi e consensi grazie al focus su competenze e valore dell’ecosistema. Un ecosistema che, in occasione della recente puntata, ha visto in evidenza soprattutto i casi di Surftech (partner del mese) e Computer Gross, uno dei distributori a valore protagonisti della nuova filiera costruita da Microsoft proprio intorno ad Azure.

Microsoft Azure sta conquistando l’Italia

Ma, come sempre, andiamo con ordine, Microsoft Azure infatti è sicuramente una delle chiavi di volta più importanti nel cuore della rivoluzione che sta portando il cloud anche al centro delle strategie di migliaia di piccole e medie imprese italiane.

Una piattaforma, un workload, come lo chiamano gli esperti, che sta conquistando spazi importanti grazie soprattutto alla potenza di calcolo, alla sicurezza e alle opportunità che offre a sviluppatori, system integrator, reseller. Sono proprio loro, i “front man” del mercato, gli operatori del canale ICT che hanno il compito di portare innovazione e tecnologia alle imprese del territorio che, grazie ad Azure, possono oggi di costruire applicazioni, servizi di valore e innovazione senza precedenti. Applicazioni, servizi che poi, come detto entrano nei processi più critici delle imprese e li migliorano grazie a flessibilità, velocità, scalabilità e possibilità di pagarli come , quando e se serve.

Una rivoluzione, un ‘opportunità di business importante che però apre le sue porte solo e soltanto a tutti coloro che avranno la forza e la capacità di sviluppare competenze precise, verticali, dedicate. Proprio perché il cloud entra progressivamente nei processi critici delle imprese oggi, sempre sul cloud, non ci si può proprio improvvisare. È tutto, o quasi, qui il motivo del successo straordinario che la Microsoft Azure Academy sta raccogliendo nel cuore del progetto Microsoft Academyadi.

[Il nuovo appuntamento con la Microsoft Azure Academy torna martedì 17 marzo con un live streaming senza precedenti dedicato alla migrazione delle applicazioni in cloud. Prenota qui il tuo posto virtuale in prima fila e non perdere il nuovo appuntamento con Azure]

Un progetto, quello dei tre percorsi di training e competizione sui tre workload cloud principali di Microsoft (Microsoft 365, Dynamics 365 e ovviamente Azure) su cui, non a caso, l’intera organizzazione italiana della multinazionale di Redmond scommette forte per questo 2020.

Ogni mese un tema verticale, ogni mese un partner eletto vincitore di ciascuna Academy per le performance di vendita su ogni specifico workload. Ogni mese una storia di valore da raccontare per capire, analizzare, conoscere da vicino i partner, gli imprenditori che già oggi, con il cloud stanno rivoluzionando il business dei loro clienti. Anche e soprattutto da questo punto di vista le #MSAcademyadi sono una opportunità preziosa per dare forma concreta al cloud, ai servizi gestiti e ai progetti, alle collaborazioni che stanno dando vota a casi di successo straordinario

Microsoft Azure Academy, il caso Surftech e il valore di Computer Gross

Detto fatto, in occasione dell’ultima puntata della Azure Academy a guadagnarsi il palco scenico è stata innanzitutto una realtà come Surftech, system integrator che, come spiegato, si è aggiudicato il rimo post nella classifica di vendita mensile su Azure.


«Per noi è un riconoscimento molto importante, uno timolo potentissimo a continuare in direzione del cloud – racconta emozionato Francesco Ziviani, Owner & Sales Manager at Surftech -. Ci occupiamo del motore delle imprese, l’IT ormai è il loro motore. Proprio perché si tratta di un motore, le imprese oggi pretendono che funzioni sempre e che non crei problemi. Il cloud risponde perfettamente in questo senso e Azure è una piattaforma in particolare che ci permette di rispondere a questa esigenza in totale sicurezza e stabilità».

Ma come Azure aiuta un system integrator a fare business?

«Parliamo di una rapidità di un altro ordine di grandezza rispetto a quello che si può fare on premise e, per giunta, con un livello di scalabilità e flessibilità che un cliente non potrebbe mai permettersi con una infrastruttura fatta in casa – racconta Ziviani -. Innovazione, velocità, competitività, sicurezza il meglio che una impresa possa domandare alla tecnologia».

Il valore di Computer Gross

Ma c’è di più, nel cuore della filiera, dell’ecosistema del valore che Microsoft ha costruito intorno ad Azure, oltre ai System Integrator ci sono e ci saranno sempre più operatori come i Distributori Informatica che, con le loro piattaforme di cloud automation e con il loro supporto sono oggi hub di competenze, servizi e abilitatori di business fondamentali proprio per realtà come Surftech.

Ecco perché Microsoft, al centro del progetto della Azure Academy, ha voluto dare un peso e ruolo da protagonisti a tutti i suoi Distributori che, in ogni puntata, hanno e avranno spazi e momenti di contatto, confronto dedicato.

Questo mese abbiamo incontrato in particolare una manager di grande esperienza e conoscenza delle dinamiche del canale a valore come Silvia Restelli, Business Unit Manager Platform – Microsoft & Citrix presso Computer Gross. «Da sempre siamo al fianco dei nostri partner in tutti i loro processi evolutivi e di crescita. Il cloud è senza dubbio la rivoluzione più profonda per tutti noi sia a livello tecnologico che commerciale e per questo abbiamo sviluppato una serie di piattaforme e progetti dedicati. In particolare, da tempo il Programma Microsoft Go Saas ci sta permettendo di andare sul territorio e spiegare, formare i partner sia a livello tecnico sia a livello commerciale inforno ad una piattaforma come Microsoft Azure. Un programma che, proprio nell’ambito di questa Azure Academy, rappresenta un riferimento importantissimo per tutti i partecipanti»

 

Microsoft Azure Academy, il caso Surftech e il valore di Computer Gross ultima modifica: 2020-03-15T16:00:02+00:00 da Marco Lorusso

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here