Blockchain cos’è, Blockchain è una bolla o una rivoluzione straordinaria, Blockchain e Bitcoin… cosa c’è di pericoloso, cosa invece va subito capito? Come gestire i dispositivi mobili che accedono a queste piattaforme?

Domande, tante, forse troppe… ma anche inevitabili e altrettante risposte che BlackBerry, in collaborazione con il suo distributore esclusivo in Italia, CleverMobile Distribution (qui la mappa di tutti i distributori informatica in Italia), ha voluto mettere sul tavolo dei maggiori system integrator nel corso di un evento senza precedenti.

Nei giorni scorsi infatti è andato in scena a Milano BlackBerry and Partners M.E.E.T and GREET – Mobile for Enterprises Exploring new Technologies. Un progetto fortemente voluto dai manager italiani della multinazionale canadese proprio per raccontare ai più importanti system integrator italiani, la nuova anima di BlackBerry. Un’anima lontana anni luce ormai dal mondo hardware e intrisa di quelle che sono le sostanze più vive del mercato ICT mondiale: il software, la sicurezza, la gestione efficace dei device mobili e di tutti i dati, il denaro che quotidianamente scambiamo attraverso questi potentissimi strumenti.  Sostanze e Dna (qui il reportage sul recente BlackBerry Security Summit e sugli annunci più importanti) che stanno garantendo a BlackBerry una seconda nuova vita di grandissimo successo. Una seconda nuova vita in cui proprio il canale indiretto, dai distributori informatica (qui la video intervista esclusiva che spiega perchè BlackBerry ha scelto CleverMobile Distribution come unico distributore informatica in Italia) ai system integrator, hanno un ruolo chiave.

Ecco perchè, come spiegato anche da Paolo Bianchini, Italy Senior Channel Account Manager at BlackBerry nel corso della presentazione, questo non è stato solo un semplice meeting ma anche e soprattutto la chiamata a raccolta di un ecosistema ad altissimo valore aggiunto. Un ecosistema che ha portato nella stessa stanza un vendor come BlackBerry, un distributore esclusivo come CleverMobile Distribution, un partner come Lookout e ancora una realtà chiave nell’ambito dello sviluppo di progetti finanziariamente sostenibili come BNP Paribas che ha anche ospitato l’incontro presso la sua sede… nel cuore più innovativo di Milano.

BlackBerry e la Blockchain, «una rivoluzione a misura di canale che ha scatenato un interesse sorprendente»

Il risultato è stato un successo al di là di ogni aspettativa. Presso la sede milanese di BNP Paribas si sono infatti ritrovati alcuni dei più importanti System Integrator italiani. «Il tema è chiave e caldo – hanno spiegato gli uomini di BlackBerry -. Non potrebbe essere altrimenti del resto: la spesa mondiale per prodotti e servizi di sicurezza delle informazioni raggiungerà più di  114 miliardi di dollari nel 2018, con un incremento del 12,4% rispetto all’anno scorso.Nel 2019, il mercato della sicurezza dovrebbe crescere dell’8,7% fino a quota 124 miliardi di dollari. I primi tre fattori guida per la spesa per la sicurezza sono i rischi per la sicurezza; esigenze aziendali; cambiamenti del settore.
Numeri decisivi su cui il canale realmente a valore è oggi chiamato a sviluppare progetti importanti. Ed è questo il cuore della nuova BlackBerry». Un cuore fatto di piattaforme software capaci di offrire la possibilità di gestire device mobili, piattaforme IOT, infrastrutture innovative con immediatezza, semplicità. «Un focus – hanno aggiunto da BlackBerry – che ci porta a diretto contatto, per altro, con le rivoluzioni più dirompenti che il mondo digitale sta portando nella nostra vita di tutti i giorni. Su tutti proprio la Blockchain e tutti i sistemi rivoluzionari che ci permettono oggi di scambiare informazioni, documenti critici, ingenti somme di denaro con meno intermediazione e maggiore sicurezza. Non a caso BlackBerry ha già importanti esperienze di integrazione con la BlockChain livello sanitario grazie ad una soluzione come Spark. Si tratta di una piattaforma studiata per mettere in sicurezza l’Enterprise of Things (EoT). Ovvero qualsiasi infrastruttura IT enterprise che si estende dal centro alla periferia: hardware, applicazioni software, oggetti IoT e tutti i dati che questi elementi generano, gestiscono e fanno circolare in rete. All’interno di Spark è presente un servizio che stabilisce il livello di accesso più adatti per ogni endpoint, il tutto in relazione a informazioni personali e di contesto. È proprio su questa piattaforma che il canale sta dimostrando un forte interesse, un’attenzione che qui a Milano ha trovato conferma al di là delle aspettative».

Advertisements
ChannelWatch 2019

BlackBerry e la Blockchain, Valeria Portale, POLIMI, «serve chiarezza ma ci sono enormi opportunità sul tavolo»

Anche e soprattutto per questo, a guidare la discussione durante l’evento e a offrire un quadro preciso del fenomeno Blockchain e delle piattaforme di sicurezza per gestirlo è stata chiamata proprio Valeria Portale, Direttore dell’Osservatorio Blockchain & Distributed ledger del Politecnico di Milano, tra i massimi esperti in Italia a livello di pagamenti digitali, Blockhain e Bitcoin. «L’intervento e la presenza di Valeria Portale – hanno commentato gli organizzatori – hanno scatenato una dinamica interattiva molto interessante, segno evidente della necessità di chiarezza ma anche della voglia, da parte dei system integrator di provare a sviluppare progetti in questo ambito».

«Spiegare la Blockchain senza partire dai Bitcoin è impossibile… – ha commentato Valeria Portale -. Per farlo però occorre subito un grande sforzo di chiarezza e precisione. il Bitcoin viene infatti associato al mercato illegale (droga, terrorismo, etc.) seppur sia uno degli strumenti di pagamento più tracciabili. Le stesse Banche e la stampa per lungo tempo hanno «snobbato» il fenomeno considerandolo di nicchia per il mercato illegale. Intanto occorre chiarire che una criptovaluta è una moneta digitale decentralizzata che utilizza tecniche crittografiche per garantire la sicurezza degli scambi tra utenti. A differenza di una valuta tradizionale, non esistono enti centrali finanziari e le regole di scambio sono scritte in un software open-source pubblicamente verificabile. Le criptovalute sono in rapida evoluzione, ma sono ancora una piccola realtà se comparate ad altre monete e mercati. Attualmente sul mercato sono935… ma il cuore, il vero motore dirompente di questa rivoluzione è proprio la Blockchain. Una tecnologia, inclusa nella famiglia dei Distributed Ledger Technology (sistemi che permettono ai nodi di una rete di raggiungere il consenso sulle modifiche di un registro distribuito in assenza di fiducia e senza il bisogno di un ente centrale) e alla base del Bitcoin, in cui il registro distribuito è strutturato come una catena di blocchi contenenti transazioni. Le sue principali caratteristiche sono l’immutabilità del registro, la tracciabilità delle transazioni e la sicurezza. Immutabilità, tracciabilità, sicurezza… Ecco perché si tratta di una piattaforma potenzialmente dirompente rispetto, per esempio, a figure secolari come i Notai… una piattaforma che, attraverso gli strumenti mobili può abilitare sviluppi verticali ancora per gran parte non sondati. Non a caso – ha spiegato Valeria Portale – Dal 2016 le capacità inerenti la Blockchain sono stabilmente tra le più richieste per gli sviluppatori freelance».

BlackBerry e la Blockchain, Valeria Portale, POLIMI, ecco i numeri

Venendo ai numeri comunque: nonostante il freno costituto dalla mancata individuazione di modelli di business chiari e dall’assenza di uno standard definito a livello globale, la blockchain è in piena espansione. «Le sperimentazioni avviate o in fase di “Proof of concept” nel 2017 sono cresciute del 73% rispetto all’anno precedente – ha raccontato Valeria Portale -, mentre gli annunci, che però spesso non portano a risultati concreti, sono stati addirittura il 273% in più. La grande maggioranza dei progetti, pari al 59% di quelli censiti ad oggi, è stata sviluppata nel settore finanziario, ma dal 2017 si nota un progressivo ampliamento degli ambiti applicativi che interessano anche l’attività di governo (il 9%), della logistica (7,2%), delle utility (3,9%), dell’agrifood (3%), delle assicurazioni (2,7%), fino all’healthcare (2,4%), al trasporto aereo (2,4%), ai media (1,8%) e alle telecomunicazioni (1,2%). La blockchain oggi è principalmente utilizzata per processi nei sistemi di pagamento (94 progetti), per il tracciamento e supply chain (67), per la gestione dati e documenti (64) e per il mercato dei capitali (51). Anche i governi e le banche centrali, dopo l’iniziale diffidenza legata alla capacità di disintermediazione delle criptovalute, hanno iniziato a studiare il fenomeno per rendere più efficienti monete e sistemi di pagamento: 29 banche centrali di tutto il mondo si sono già attivate sul tema blockchain e oggi si contano 9 progetti retail, 19 orientati ai pagamenti interbancari e 8 progetti di ricerca su possibili applicazioni blockchain»

BlackBerry la Blockchain e il valore dei partner

Di fronte ad uno scenario in così forte evoluzione, nel corso dell’evento BlackBerry ha puntato forte sul ruolo del proprio canale di partner e sulle alleanze strategiche come quella con Lookout, multinazionale americana protagonista nel mercato della mobilie security.

«La gestione dei device mobili non è solo una questione di sicurezza ma di controllo, è molto di più – ha spiegato a Milano Jean Christophe PrudhommeChannel Manager, South Europe at Lookout- attraverso una piattaforma cloud forniamo visibilità e controllo rispetto a quanto avviene su un device mobile. Ecco perché la partnership con Blackberry è molto importante. Su un tema centrale come la security siamo molto complementari: le soluzioni BlackBerry sono vitali per il controllo dell’accesso ai dati, alle app, alle piattaforme per lo scambio di informazioni, denaro… Lookout offre la visibilità sul device, su tutte le azioni degli utenti».

Come anticipato poi, protagonista della “nuova” seconda vita di BlackBerry, soprattutto in Italia, è un distributore come CleverMobile Distribution, società nata lo scorso anno proprio con un focus preciso sul mondo mobile e sui progetti ad altissimo valore. «Un approccio complesso e non facile – racconta Antonio Serra, Sales & Marketing Manager di CleverMobile Distribution-. Un approccio coraggioso che però ci ha “regalato” subito grandi attenzioni da parte dei più grandi system integrator del nostro Paese e di un vendor come BlackBerry che ci ha contattato e cercato proprio per costruire una nuova identità e un nuovo modello di business in Italia. Il risultato evidente è nel successo di questo evento. Ci muoviamo su tematiche complesse ma di grande attualità come la Blockchain con un approccio pragmatico fatto di strumenti, piattaforme, soluzioni integrate in cui proprio il System Integrator a diventare attore protagonista con le sue competenze e abilità di andare verticalmente sui mercati più interessanti e propensi all’investimento».

BlackBerry la rivoluzione mobile e gli strumenti per abilitarla sul canale

Piattaforme innovative, soluzioni complesse… la necessità di nuove competenze. Grandi opportunità dunque ma anche un impegno sempre più rigoroso nell’affiancamento del canale e di system integrator alla ricerca di strumenti ma anche guide pratiche efficaci per imboccare la strada più corretta. Strumenti su cui si è soffermata nel corso della giornata Paola Rufolo, EMEA Channel and Field Marketing Manager at BlackBerry. «Dalle parole ai fatti – hanno spiegato da BlackBerry – con la nostra straordinaria gamma di soluzioni ora i nostri partner hanno mille ragioni in più per sviluppare margini e progetti più articolati con i propri clienti. La nuove soluzioni Blackberry infatti indirizzano con immediatezza le esigenze di controllo e gestione dei device non solo del pubblico IT e dei CIO ma anche di un pubblico diverso: CISO (Chief Security Officer), Risk Manager, HR… una nuova tipologia di interlocutori che va ingaggiata con linguaggi e strumenti diversi. Strumenti che è possibile avere tra le mani grazie a BlackBerry Universe, il nostro portale di formazione online che offre guide e corsi avanzati di certificazione per la formazione delle vendite. Non solo, abbiamo anche sviluppato un programma ISV-Independent Software Vendors proprio perché molti nostri partner si sono ora spostati sulla creazione di app e stanno lavorando a stretto contatto con i loro clienti per creare app su misura per soddisfare le loro esigenze di business. Un’attività di valore che, con BlackBerry, è possibile modellare, costruire con strumenti e servizi ad hoc»

 

Una nuova BlackBerry tra Blockchain e Security: «Così abilitiamo la rivoluzione mobile e scateniamo il valore dei system integrator» ultima modifica: 2018-10-28T11:21:38+00:00 da Marco Lorusso

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here