Home office e allarme sicurezza cosa fare e cosa non fare, le regole da seguire in una guida esclusiva sviluppata in collaborazione con AVM

Lo Smart Working o Home working, comunque lo vogliamo chiamare e come forse è meglio chiamarlo in questa fase, assicura tanti piccoli vantaggi alla nostra quotidianità: possiamo evitare le ore perse negli spostamenti urbani e interurbani, dedicare ore in più alla famiglia, oppure trovare il tempo per sbrigare tante piccole faccende domestiche. D’altra parte, però, senza le opportune contromisure, è indubbio che le reti domestiche siano meno corazzate rispetto a quelle aziendali contro gli attacchi dei cybercriminali che sono sempre più in agguato per cercare di sottrarci dati e informazioni personali. Inoltre, per svolgere le nostre attività lavorative al meglio da casa, bisogna poter contare su un segnale ottimale come quello presente in ufficio.

Cosa si può fare per rendere allora più sicuro e performante il proprio Home Office?  Alcuni consigli utili arrivano da AVM, produttore del ben noto marchio FRITZ!Box di una vasta gamma di dispositivi per la connettività: modem, router, repeater ecc… (qui comunque la guida completa di AVM)

Che cosa è lo smart working

Home Office, usare una VPN

Per accedere ai dati aziendali in maniera protetta

l’adozione di una connessione VPN (Virtual Private Network) aziendale è senz’altro consigliata per aumentare il livello generale di sicurezza: le comunicazioni che passano tramite una VPN viaggiano “separate” rispetto alla classica rete e i dati trasmessi appaiono crittografati e completamente indecifrabili a qualsiasi attaccante. Oltre agli aspetti di sicurezza ci sono però anche altri benefici: gli utenti possono utilizzare con tranquillità tutti i software necessari per lavorare o effettuare telefonate come se fossero fisicamente presenti in ufficio, evitando anche i costi dovuti al trasferimento di chiamata.

Se presso il datore di lavoro è poi in uso un FRITZ!Box, la connessione VPN aziendale potrà essere instaurata tramite il FRITZ!Box di casa oppure direttamente dai dispositivi che la necessitano.

Home office, la stabilità del segnale in ogni stanza

L’home Working ha i suoi vantaggi, ma per potersi concentrare al meglio sul lavoro è fondamentale che ciascuno di noi riesca trovare il proprio angolo di tranquillità all’interno della casa, evitando magari il caos legato alle attività familiari. Per questo è importante disporre di una connessione forte in qualsiasi angolo della propria abitazione. In questo senso i FRITZ!Repeater contribuiscono ad assicurare il miglior segnale wireless anche nelle stanze più remote. Venendo incontro anche alle necessità di chi non ha uno spazio fisso di lavoro da utilizzare durante la giornata: grazie alla tecnologia mesh steering, integrata nei prodotti FRITZ!, la connessione rimarrà sempre attiva. Il FRITZ!Box è infatti in grado di rilevare automaticamente quando il PC portatile viene spostato e –  in base a dove verrà poi posizionato –  la connessione passerà autonomamente dal FRITZ!Box al FRITZ!Repeater più vicino, senza creare alcuna interruzione.

[Vuoi sapere Cosa si può fare per rendere allora più sicuro e performante il proprio Home Office?  Scopri qui la guida completa di AVM]

Home office, le call senza problemi

L’impossibilità delle riunioni in presenza, tipica dell’Home Office, spesso comporta trascorrere tante ore in telefonate di lavoro con clienti, partner commerciali e colleghi. È fondamentale, dunque, contare su un dispositivo telefonico che duri a lungo: AVM risponde a questa esigenza con FRITZ!Fon C6, che è in grado di coprire senza fatica un’intera giornata lavorativa.

 

Home office e allarme sicurezza cosa fare e cosa non fare, le regole da seguire ultima modifica: 2021-03-17T18:54:32+00:00 da Marco Lorusso

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here