AWS apre in Italia. Amazon Web Services arriva fisicamente nel nostro Paese: la multinazionale del cloud, infatti, ha annunciato l’apertura di una nuova Region europea, la sesta, a Milano (le altre sono a Dublino, Francoforte, Londra, Parigi e Stoccolma), così come era stato annunciato già alla fine del 2018. Secondo quanto reso noto dalla stessa AWS, la nuova Regione AWS (la sesta nel Vecchio Continente) offrirà tecnologie cloud avanzate per garantire opportunità di innovazione, imprenditorialità e trasformazione digitale.

Nel concreto questo significa che i server da cui sono erogati i sempre più diffusi servizi cloud del gigante americano saranno collocati fisicamente in Italia: questo dovrebbe favorire una decisa riduzione della latenza, cioè del tempo di risposta, abilitando così tutta una serie di servizi che hanno bisogno di tempi di risposta estremamente rapidi. Tutto questo grazie a una rete completa su fibra da 100 GbE che spesso offre molti terabit di capacità.

AWS apre in Italia, le novità per gli sviluppatori

Inoltre, la collocazione sul territorio italiano rappresenta un passo in avanti importantissimo dal punto di vista della compliance, aspetto diventato importantissimo in seguito all’entrata in vigore del GDPR.  I dati, infatti, resteranno d’ora in poi ospitati in server contenuti sul territorio italiano, azzerando così le possibilità di una perdita del controllo sugli stessi. Una novità non da poco per gli sviluppatori, le startup e le imprese, nonché per gli enti della pubblica amministrazione, che potrà aumentare anche le opportunità per il già nutrito canale di rivenditori AWS. Tra i clienti italiani di AWS ci sono realtà del calibro di Enel, A2A, Nexi e Regione Sardegna. Con l’apertura della Region di Milano, AWS opera in 76 zone di disponibilità distribuite su 24 regioni geografiche in tutto il mondo e ha annunciato il piano per altre 10 zone di disponibilità e tre ulteriori regioni AWS già annunciate in Indonesia, Giappone e Spagna.

AWS apre in Italia, i commenti e la sfida alla pandemia

«I clienti di AWS in Italia sono tra le organizzazioni più creative e innovative che supportiamo in tutto il mondo, e siamo sempre stati ispirati dal lavoro che svolgono con la nostra tecnologia – ha dichiarato Peter DeSantis, Senior Vice President of Global Infrastructure and Customer Support, Amazon Web Services –. Il cloud è stato una parte fondamentale della trasformazione in molti settori in tutta Italia – dall’automotive e utilities, al manifatturiero e al retail, e molto altro ancora. Aprendo oggi la Regione AWS di Milano, ci auguriamo di vedere l’impatto positivo che la tecnologia cloud può avere in ogni area dell’economia e non vediamo l’ora di far parte della continua crescita del Paese».

 «Vediamo i nostri clienti in tutto il mondo utilizzare un’infrastruttura di cloud computing efficiente e sicura per riuscire ad avere un impatto positivo significativo sulla vita di tutti i giorni in ogni parte del mondo – ha spiegato Werner Vogels, CTO di AWS –. In Italia, molte organizzazioni stanno facendo leva su AWS per affrontare le sfide che la pandemia da Covid-19 ci pone, sia che si tratti di potenziare la ricerca scientifica, di facilitare il lavoro e l’apprendimento a distanza e ancora di fornire nuovi e innovativi servizi per rispondere all’emergenza».

 

 

AWS inaugura la sesta “Region” europea a Milano ultima modifica: 2020-04-28T15:53:49+00:00 da Marco Lorusso

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here