Non si tratta solo di un servizio in più alla propria clientela. Il WiFi nel punto vendita oggi rappresenta un utilissimo strumento di supporto alla vendita e alle iniziative di marketing.

Grazie a un kit per l’implementazione di una rete senza fili e una semplicissima telecamera, il WiFi nel punto vendita diventa un aggregatore di dati potentissimo.

Inizialmente si immaginava che attraverso il collegamento bluetooth di uno smartphone fosse possibile attivare una campagna di proximity marketing con successo. Attrarre i consumatori all’interno del punto vendita e acquisire informazioni utili al miglioramento della proposizione.

Le velleità dei fautori del proximity marketing, però, si sono smorzate presto. Certo, si tratta di una leva comunque utilizzabile per determinati scopi, ma non pienamente efficace. Il WiFi nel punto vendita, invece, mantiene ciò che promette, grazie soprattutto a una grande peculiarità. Se, infatti, il proximity marketing richiede un’azione al cliente, lo sfruttamento del WiFi nel punto vendita non lo prevede. I dati raccolti, infatti, riguardano i clienti ma non dipendono dalla loro volontà.

Acquisire informazioni senza minare la privacy

Ed è importante sottolineare che le informazioni acquisite non sono estorte e non si lede nessuna normativa sulla privacy. Questo perché, in fondo, si tratta di osservare le azioni che un cliente anonimo effettua in negozio. Come dicevamo, il kit per la costruzione di una rete WiFi nel punto vendita comprende una componente fondamentale: la telecamera.

Creata originariamente per questioni di sicurezza, la telecamera oggi è il principale raccoglitore di dati. Ciò è possibile grazie al software di Image Detection compreso nell’offerta. Gli algoritmi di Intelligenza Artificiale presenti nell’applicativo di gestione, infatti, si occupano di elaborare i dati ricevuti fornendo diverse informazioni utili.

Tramite il software incluso nelle soluzioni per il WiFi nel punto vendita si possono capire le esigenze e i comportamenti dei clienti. Per esempio, si può avere una stima precisa del loro flusso in negozio. Si può capire da quali prodotti sono principalmente attratti, che cosa cattura il loro sguardo mentre osservano una vetrina, quali sono i comparti più d’impatto e altro.

WiFi nel punto vendita: scegli la soluzione migliore

Non tutte le soluzioni per il WiFi nel punto vendita sono uguali. Per questo vorremmo concentrarci su Cisco Meraki Full Stack, soluzione particolarmente apprezzata da Tech Data e dai suoi partner. L’immagine qui sotto ci fornisce una visione completa delle funzionalità della soluzione. Funzionalità tipiche di un buon pack per la creazione di una rete WiFi.

Il WiFi nel punto vendita

Una rete sicura, garantita dalle funzionalità di Unified Threat Management (UTM) e da quelle di Mobility Management incluse. Ma anche efficiente sempre aggiornata agli ultimi standard WiFi (802.11ac e 802.11n) e con prestazioni di alto livello (fino a 1,75 Gb/s). E una rete, infine, autoconfigurante che semplifica la vita a tutte le Pmi che non necessariamente hanno un tecnico in casa.

LEGGI ANCHE: cos’è il Cloud Networking e perché dovresti proporlo ai tuoi clienti

Cisco Meraki Full Stack è una soluzione di cloud networking completa, gestita centralmente, ovunque ci si trovi, da un’unica dashboard. È in cloud che i dati confluiscono e vengono elaborati per poi fornire indicazioni in tempo reale e report personalizzati. Ed è veramente facile generare i rapporti che interessano il marketing o la divisione commerciale di un’azienda sul comportamento dei clienti in-store.

Insomma, una grande opportunità per i partner Tech Data che possono offrire ai loro clienti del Retail qualcosa di più di un semplice WiFi nel punto vendita.

Vuoi saperne di più? Dai un’occhiata
qui!

Il WiFi nel punto vendita ti aiuta a conoscere la tua clientela ultima modifica: 2020-02-05T09:11:21+00:00 da Valerio Mariani

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here