Partner Program, ecco il nuovo progetto di Oracle. Nel cuore, nel DNA, nelle strategie e negli obiettivi della multinazionale americana il canale, tutto l’ecosistema che comprende system integrator, ISV, Resellers, Var, Distributori Informatica è qualcosa di più di una leva strategica, è un motore di business decisivo. Questione di prossimità, abilità nel radicarsi sul territorio e relazionarsi con le imprese, i manager… dove serve, quando serve, facendosi “ambasciatori” di rivoluzioni straordinarie come Cloud computing, Intelligenza Artificiale, Autonomous Database di cui, non a caso, proprio Oracle è tra i principali protagonisti.
Un motore su cui, da sempre, la società investe e scommette con programmi, soluzioni, idee, progetti senza precedenti. L’Oracle PartnerNetwork è, infatti, da sempre uno dei più importanti, riconosciuti e storici programmi ed ecosistemi di relazione sul canale ICT mondiale.
Un motore che, ora più che mai, con la maturazione del cloud che trasforma tutto, o quasi, in servizio, si trova ad affrontare una evoluzione mai così profonda e direttamente collegata con competenze, capacità di adattamento rapide, immediate, decise.

Partner Program, il nuovo progetto Oracle che scommette su competenze e feedback dei clienti

Anche e soprattutto per questo proprio Oracle ha da poco messo sul piatto, a livello mondiale un nuovo progetto di canale (live dallo scorso 1 dicembre e annunciato nel corso dell’Oracle Open World di cui Sergentelorusso è stato corrispondente live da San Francisco) che punta moltissimo sulle competenze, sui feedback e le segnalazioni dei clienti finali per offrire ai partner maggiore visibilità e opportunità di posizionarsi al meglio nel cuore della rivoluzione digitale. Un cambiamento decisivo per l’intero universo dell’offerta ICT a livello mondiale sul quale SergenteLorusso ha avuto l’onore e l’opportunità di incontrare, in visita a Milano, un’eccellenza italiana a livello mondiale come Camillo Speroni, VP WW Strategic Alliances at Oracle. Speroni è uno degli uomini chiave nelle strategie di canale della multinazionale americana, uno dei manager che ha disegnato il nuovo programma di canale Oracle.

Partner Program, il nuovo progetto Oracle raccontato da Camillo Speroni

«Sono così felice di fare una bella intervista in italiano… – ci accoglie con un sorriso ampio e sincero Camillo Speroni, nato a Pavia e da 25 anni residente a Chicago, in visita nelle scorse settimane in Italia proprio a seguito del lancio del nuovo programma di canale -. Il progetto di rinnovamento del canale è stato avviato un anno fa – comincia subito il manager -. Si trattava di riunire l’intera organizzazione del canale Oracle con un unico principio: costruire da zero un nuovo programma che accelerasse la crescita del cloud e il successo dei clienti. Abbiamo identificato la necessità di fornire un quadro semplificato e coerente che consenta ai partner di scegliere ciò di cui sono bravi e accelerare con forza in quella direzione».

Partner Program, il nuovo progetto Oracle, i tre canali “Focus”

«Come Oracle ci focalizziamo sul creare una tecnologia leader sia dal punto di vista infrastrutturale, sia dal punto di vista applicativo e anche di tutto ciò che sta nel mezzo a questi due mondi – comincia Speroni -. A livello di partner abbiamo poi identificato tre aree differenti in cui sviluppare collaborazioni di grande valore. Primo il canale degli ISV, Indipendent Sosftware Vendor, che costruiscono la loro proprietà intellettuale sui servizi cloud che Oracle già fornisce. Il secondo canale più tradizionale è quello dei partner che distribuiscono o rivendono i nostri servizi cloud, il nostro hardware o le nostre licenze. Con loro abbiamo sviluppato un piano per identificare chi ci aiuterà al meglio nel semplificare il processo di consumo e acquisizione dei nostri servizi cloud. Il terzo focus – aggiunge Speroni – , ed è la parte di cui sono responsabile a livello mondiale, sono i Var o System integrator che si occupano di portare il cliente sul cloud il più velocemente possibile utilizzando i processi di business che sono costruiti dentro i servizi cloud di Oracle»

Partner Program, il focus sul valore e le segnalazioni dei clienti

«L’obiettivo di un simile progetto – racconta ancora Speroni – è quello di focalizzare, formare e abilitare i nostri partner nel differenziare sul mercato la loro proposta e la loro abilità nel condurre i clienti a una implementazione cloud di successo.
Non a caso, abbiamo costruito una piattaforma in cui i clienti possono oggi identificare il partner migliore in base alle loro necessità».
Una sorta di Trip Advisor del canale?
«Esattamente – sorride Speroni -, il cliente potrà infatti identificare il partner perfetto andando a leggere, prima, durante e dopo il progetto, a leggere il grado di soddisfazione di altri clienti che hanno lavorato con il partner e, ovviamente, esprimendo anche il suo punto di vista. Proprio questi feed back saranno uno dei KPI che utilizzeremo per differenziare i partner».

Partner Program, il nuovo progetto Oracle e l’impatto in Italia

E in Italia? A raccontarci i primi feed back e soprattutto a indicarci i momenti in cui sarà possibile conoscer da vicino tutti i dettagli (come l’atteso evento del 4 febbraio a Milano: Oracle Executive Partner Summit) è Robert Scapin, Alliances & Channels EMEA South Cluster Leader at Oracle Corporation. «Ritengo che la direzione sia quella giusta – spiega Scapin commentando le parole di Speroni -. In Italia come in tutto il mondo andiamo verso le competenze, la conoscenza. I partner ci sollecitavano in questa direzione, li abbiamo ascoltati, ci siamo confrontati con loro e oggi hanno la possibilità di differenziarsi rispetto ai track che seguiranno e alle esperienze di successo che hanno sviluppato. L’idea e la pratica è quella di avere meno partner ma più competenze sia sulla parte di implementazione e costruzione delle soluzioni su Oracle Cloud sia sulla parte di vendita e posizionamento delle soluzioni. Di tutto questo, ma anche della nostra proposta tecnologica, in Italia, parleremo direttamente con i partner nel corso di un evento molto atteso. Il 4 febbraio, a Milano, si terrà l’Oracle Partner Executive Forum, tutti i dettagli a brevissimo»

Partner Program, tutto i dettagli del nuovo progetto di Oracle ultima modifica: 2020-01-08T09:33:34+00:00 da Marco Lorusso

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here