Migrare in cloud, così le nuvole stanno accendendo la ripartenza. Una guida pratica ma soprattutto uno straordinario evento streaming. Il prossimo 6 novembre alle 12,00 appuntamento in diretta con SoftJam, Microsoft , Ingram Micro ma soprattutto l’esperienza di migrazione di una eccellenza italiana come Contactlab. I manager, le storie, i successi.

Migrare in cloud, più di una tecnologia

Ma andiamo con ordine. Come spiega un recente reportage di Codemotion, nel pieno della fase di emergenza soprattutto adesso che stiamo tutti pensando a come e da dove ripartire più in fretta possibile proprio il cloud computing si è dimostrato il vero “super” eroe digitale per migliaia di imprese italiane.

Un super eroe che, oggi più che mai, offre grandi poteri ma anche enormi responsabilità proprio per la delicatezza dei processi, del business e delle infrastrutture che va a toccare.

Il cloud, infatti, non è più, o non solo, una trasformazione che interessa gli esperti dell’IT e qualche appassionato di tecnologia. La nuvola, il modello a consumo, la flessibilità e la potenza di calcolo che le nuvole sono in grado di scatenare stanno già oggi, in Italia, in questi mesi, cambiando in profondità anche settori e aree chiave per il business delle organizzazioni di tutti i mercati e dimensioni, a partire dal Marketing.

Tutte le aziende, infatti, possiedono un CRM per gestire la propria base clienti, ma molto spesso i software tradizionali non consentono uno sfruttamento realmente di valore dei dati in essi contenuti. Al contrario, il cloud può abilitare un marketing più innovativo, permettendo di gestire e arricchire al meglio i dati, promuovere campagne multicanale e servizi di analisi di diversa natura, anche a livello internazionale.

La rivoluzione cloud di Contactlab

Ma dove, come e con quali strumenti, partner partire? Come e quali errori evitare?

Le risposte le ha trovate, tutte, uno dei principali protagonisti del marketing italiano, Contatctlab, grazie al tecnologia di Microsoft Azure, un system integrator di eccellenza come SoftJam e di un distributore come Ingram Micro. Un caso di straordinaria collaborazione che racconteremo, come anticipato, nel corso di #LiveCloudTalk un evento streaming senza precedenti che andrà live il prossimo 6 novembre alle 12,00. Qui tutti i dettagli per partecipare.

Contactlab serve da oltre 20 anni i propri clienti con servizi di digital direct marketing. La società guidata da Massimo Fubini, che sarà tra i protagonisti dell’atteso evento del prossimo 6 novembre, ha intrapreso un percorso di trasformazione infrastrutturale, migrando oltre 2000 server su Microsoft Azure, avvalendosi del supporto di SoftJam e Ingram Micro.

Una scelta che ha permesso di migliorare le già ottime prestazioni della piattaforma Contactlab Marketing Cloud in termini di sicurezza, velocità e scalabilità, apportando tangibili benefici a tutti i clienti che la utilizzano.

Grazie alla partecipazione degli esperti di Contactlab, Microsoft, Softjam e Ingram Micro, saranno poi descritti nel dettaglio i benefici che il cloud è in grado di mettere a disposizione di tutte quelle imprese che vogliono sfruttare il marketing digitale per conquistare nuovi clienti e incrementare il proprio business.

Migrazione in cloud, è il tempo delle risposte concrete

E si cercherà di rispondere alle domande che, inevitabilmente, si pongono le aziende che hanno in mente di iniziare la rivoluzione cloud ma che hanno qualche titubanza e resistenza, in particolare quando si ha a che fare con un argomento delicato come il marketing. Ad esempio: come vanno gestiti i dati sensibili di clienti, prospect, collaboratori e partner? Quali gli errori da evitare e quali invece le corrette aspettative? Che cosa rende unica una soluzione come Microsoft Azure in questo scenario? Come è possibile garantire la necessaria privacy dei dati dei nostri clienti? Quale il supporto che può arrivare da operatori come SoftJam e Ingram Micro in un simile percorso?

Ci vediamo in diretta streaming di #LiveCloudTalk il prossimo 6 novembre dalle 12,00 alle 13,00: qui tutti i dettagli dell’agenda e per l’iscrizione.

 

Migrare in cloud, così le nuvole stanno accendendo la ripartenza ultima modifica: 2020-10-14T09:57:50+00:00 da Marco Lorusso

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here