Compute & Networking, ovvero calcolo e rete, nell’Oracle Cloud Infrastructure è il primo tema della nuova serie di Oracle Cloud Immersion Workshops proposti da Oracle a partire dal 27 novembre alla fine dell’anno.

Calcolo e rete, insieme a “storage” completano il tris di componenti essenziali su cui ci si concentra per progettare una nuova infrastruttura IT distribuita tra on premise e le diverse modalità cloud.

In questo contesto, esiste una componente prevalente che richieda un focus specifico in fase di progettazione? Generalmente no, se si considera un’infrastruttura cloud. Perché le performance complessive sono il risultato di una stretta alchimia tra potenza di calcolo, affidabilità e velocità della rete ed efficienza dello storage.

È comunque vero che esistono aziende che esigono elevate performance computazionali e, per esempio, potrebbero chiedere meno allo storage. Soddisfare esigenze specifiche, però, non significa sproporzionare l’infrastruttura a priori ma, piuttosto, essere in grado di bilanciarla dinamicamente.

[Vuoi conoscere tutti i dettagli su Compute & Networking su Oracle Cloud? Non perdere il primo appuntamento con la Stagione 2 degli Oracle Cloud Immersion Workshop il prossimo 27 novembre dalle 10,00 alle 11,30, qui tutti i dettagli per partecipare]

Il valore di Compute & Networking in Oracle Cloud Infrastructure

La proposizione cloud di Oracle si basa su Oracle Cloud Infrastructure, una soluzione IaaS che ha l’obiettivo di fornire potenza di calcolo altamente performante, in particolare in una struttura on premise, per eseguire carichi di lavoro cloud nativi e su strutture aziendali.

Oracle fornisce il servizio esclusivo Dedicated Region Cloud@Customer all’interno del data center aziendale, collegandovi il suo portfolio completo di servizi su cloud pubblico e le applicazioni Oracle Fusion SaaS. In questo modo si sfrutteranno applicazioni più nuove e performanti, sostituendo le applicazioni legacy e riducendo i costi di struttura. E, inoltre, il cliente avrà maggiori garanzie di protezione dei dati, minore latenza e più efficienza.

Tornando a Compute & Networking, entrambi si meritano un approfondimento nella descrizione della piattaforma Oracle Cloud Infrastructure. In termini di funzionalità di elaborazione (Compute), Oracle Cloud Infrastructure propone la massima flessibilità. Le si possono richiedere su macchine virtuali o su server dedicati (bare metal), per HPC (High Performance Computing), orchestrazione o gestione dei container.

Compute: ciò che conta è il bilanciamento dinamico

Indipendentemente dall’esigenza, ciò che importa è che l’elaborazione si modifichi in maniera fluida coerentemente con le richieste in corso delle applicazioni e non richieda mai risorse aggiuntive. Un adeguamento dinamico, orchestrato dalle applicazioni o in modalità autonoma grazie agli algoritmi di intelligenza artificiale degli applicativi Oracle per i database.

Il tutto si poggia sulle componenti hardware migliori disponibili sul mercato (le ultime release di Intel Xeon o AMD EPYC) per i server fisici. A queste scelte si aggiunge un’ampia gamma di macchine virtuali su qualsiasi ambiente standard.

Networking: il valore di business di una latenza minima

E il Networking? Non basta un’elaborazione adeguata a garantire efficienza e continuità al business. La rete, il mezzo su cui viaggiano i dati elaborati, è degno di altrettanta attenzione. I servizi di rete di Oracle Cloud Infrastructure garantiscono un isolamento di livello 2 della tua infrastruttura. Ciò significa nessuna interferenza e rischio di interruzione dei flussi di dati, la realizzazione di reti cloud virtuali personalizzabili e servizi di connettività immediatamente disponibili.

La “rete piatta” di Oracle è altamente scalabile e riduce a un massimo di due hop tra unità di elaborazione e storage. In questo modo si fornisce bassa latenza ed elevate performance di accesso al dato. Ma anche la comunicazione con le strutture esterne al data center è di qualità garantita grazie a una latenza costante fino a 75ms e un’affidabilità garantita superiore o uguale al 99,95 percento (meno di 5 pacchetti persi ogni 10mila).

Al di là di ogni specifica tecnica, il valore delle soluzioni cloud di Oracle è percepito pienamente dalle testimonianze dirette delle aziende clienti che su queste basi hanno già implementato nuove infrastrutture It.

Lo scopo degli Oracle Cloud Immersion Workshops è proprio questo: far toccare con mano l’esperienza di chi ha realizzato soluzioni vincenti in cloud.

Oracle Cloud Infrastructure: i vantaggi dell’elaborazione e della rete ultima modifica: 2020-11-21T18:21:02+00:00 da Valerio Mariani

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here