Backup sotto attacco ransomware, perchè e come difendersi

Mai come in questo momento l’attenzione per la sicurezza da parte delle organizzazioni è stata così elevata: i continui attacchi dei cybercriminali, spesso andati a buon fine, hanno infatti portato al furto di dati aziendali e personali estremamente sensibili, aumentando la consapevolezza delle imprese.

La cura della sicurezza è spinta anche da ragioni normative: con l’entrata in vigore del GDPR occorre dimostrare di aver fatto tutto il possibile per proteggere i dati, pena pesanti sanzioni e multe.

In questa fase di emergenza sanitaria, però, la corsa allo smart working attuata dalle aziende sta aprendo nuovi scenari di rischio e attacco sulle infrastrutture IT di milioni di aziende, già messe a dura prova da questi mesi difficili.

Come è possibile proteggersi al meglio? Spesso si sente ripetere come il backup rappresenti lo strumento numero per proteggersi dalle insidie degli hacker, ma in realtà anche questa tecnologia è sempre più nel mirino di ransowmare e phishing quantomai estesi, aggressivi e diffusi.

Occorre, dunque, fare estrema attenzione alla strategia di backup adottata e calibrarla con cura. Ma quali sistemi di attacco stanno utilizzando gli hacker per mettere in ginocchio le imprese, passando da sistemi di backup obsoleti? Come si fa davvero il backup dei dati anche in ambienti cloud e quali sono gli errori da non commettere? Cosa succede a un’azienda che in questa fase subisce un blocco dei servizi IT? E quali sono i rischi a livello di GDPR?

Appuntamento il 25 giugno con #BeSmartNoStop

A queste e altre domande si cercherà di dare una risposta in occasione di uno speciale evento on line, #BeSmartNoStop, organizzato da Lan Service Group in collaborazione con Veeam Software, in calendario il prossimo 25 giugno alle 14,30.

Si tratterà di un’occasione irripetibile per capire come costruire uno spazio di lavoro remoto a prova di nuova normalità e porre un freno agli attacchi cyber, che rischiano di frenare questa delicatissima Fase 2.  Grazie alla straordinaria partecipazione di Giuseppe Dezzani, esperto di Digital Forensics in Italia e consulente forense delle Procure della Repubblica, e alla collaborazione degli esperti di Veeam Software e Lan Service Group, sarà mostrata live una mappa dei casi reali dei più recenti attacchi hacker andati (purtroppo) a buon fine. Inoltre saranno forniti una serie di preziosi consigli, che consentiranno di comprendere come difendersi al meglio, evitando stop pericolosi per il business e le comunicazioni aziendali.

 

Backup sotto attacco ransomware, perchè e come difendersi ultima modifica: 2020-06-13T17:00:52+00:00 da Marco Lorusso

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here