Velocizzare la connessione a Internet da mobile in caso di picchi di collegamento non è affatto semplice. Capita di solito durante un concerto, quando tutti gli spettatori sono impegnati a postare sui social frammenti di video o selfie.

Dopo i primi momenti di sconforto, il carrier telefonico o l’Isp (Internet Service Provider) corrono ai ripari velocemente, aumentando il throughput anche in caso di frequenza invariata.

Lo stesso problema di velocizzare la connessione a Internet può presentarsi in aree periferiche. Qui l’accesso via rete mobile è l’unica soluzione possibile vista la mancanza di fibra ottica o di connessione da rete fissa. Ma è, comunque, un problema comune, vista la diffusione dello streaming su smartphone in ogni situazione.

Il segreto degli Isp per velocizzare la connessione a Internet

Quando un Isp o un operatore telefonico riescono a velocizzare la connessione a Internet o, almeno, a garantire l’accesso alla rete a gruppi simultanei di utenti, è facile che dietro ci sia un apparato di Cambium Networks. Magari il suo Access Point PMP 450m con tecnologia cnMedusa.

Access Point Cambium Networks PMP 450m
Access Point Cambium Networks PMP 450m.

Insieme a Maximilian Moccia, Regional Technical Manager Italy e Med Countries di Cambium Networks, cerchiamo di capire come funziona la tecnologia cnMedusa e perché rappresenta un fattore disruptive quando si parla di velocizzare la connessione a Internet.

Advertisements
ChannelWatch 2019

“cnMedusa è una tecnologia sviluppata da Cambium Networks già da qualche anno che sfrutta il Massive Multiuser MIMO per offrire connettività con capacità multiclient contemporaneamente – spiega il manager in questa nuova puntata di #WiFiHowto”.

Leggi le altre puntate di #WiFiHowto

I vantaggi della tecnologia cnMedusa

La tecnologia viene implementata su base station 5G che permette di aumentare il throughput mantenendo la stessa frequenza. I vantaggi della tecnologia cnMedusa, dunque, sono evidenti. È possibile aumentare l’efficienza spettrale sullo stesso canale radio, fornendo più capacità ai client connessi. In questo modo si garantiscono migliori performance sulle nuove reti 5G, in cui strutturalmente non si può agire sulla capacità.

Gli access point PMP 450m sono state le prime piattaforme fisse wireless broadband in grado di fornire Massive Multi-User MIMO a costi ragionevoli. I vantaggi di queste piattaforme, inoltre, riguardano la possibilità di gestire la connessione da un unico pannello di controllo integrato in cloud, grazie a cnMaestro di Cambium Networks.

E, in più, Cambium Networks, sempre attenta alla protezione dell’investimento, garantisce la retrocompatibilità con i propri moduli già installati da Isp e Carrier. Molti dei clienti che hanno già adottato gli access point PMP 450m, non solo sono riusciti a velocizzare la connessione a Internet, ma hanno sostituito fino a tre access point con un unico PMP 450m.

Inoltre, grazie alla possibilità di incrementare dinamicamente la capacità, gli operatori possono evitare di chiedere agli utenti un contributo per una maggiore velocità. Di più: i fornitori di servizi wireless possono offrire servizi triple play agli abbonati esistenti e aggiungere nuovi clienti, senza ulteriori investimenti in spettro radio.

Infine, grazie alla tecnologia cnMedusa presente sugli access point PMP 450m, gli operatori di rete possono offrire a più persone una connettività a banda ultralarga di tipo 5G, superando le prestazioni di una connessione xDSL e raggiungendo (quasi) quelle di una rete a fibra ottica.

Come velocizzare la connessione a Internet con collegamenti multipli ultima modifica: 2019-09-02T21:53:57+00:00 da Valerio Mariani

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here