Facebook, lo scandalo Cambridge Analytica e degli oltre 50milioni di profili utenti i cui dati sono stati usati per indirizzare le elezioni politica negli USA, il tonfo in borsa, la privacy. Un mega polverone Salutare, per molti, perché accende finalmente il faro sulla facilità con cui gli utenti “donano” parti della propria vita privata ai social, per altri ancora una inquietante vicenda destinata a rivoluzionare il destino di una delle più popolate piattaforme di comunicazione digitale. A fare il punto della situazione, in mezzo a tanto fumo e poco arrosto/sostanza davvero chiara, ci pensa Matteo Flora esperto di Hacking e ceo di The Fool, società Leader italiana per la Reputazione Online e per la Tutela di Reputazione ed Asset Digitali. Un uomo della Rete che ha sviluppato come da tradizione due video dedicati per fare chiarezza sulla vicenda.

Facebook, lo scandalo Cambridge Analytica, cosa è successo

«Cambridge Analytica, il colosso della Data Analytics che per molti è stato il cavallo di battaglia di Trump è stato sospeso da Facebook -spiega Flora – perché ha ottenuto dati in modo fraudolento. Ma sotto c’è molto, molto di più e in questo MEGA-video vi racconto (quasi) tutto quello che c’è da sapere…»

Facebook, lo scandalo Cambridge Analytica, perché non è (tutta) colpa di FAcebook

«E, come prevedibile – racconta ancora Flora -, ora anche coloro che pensavano che ogni Social vomitasse arcobaleno si scagliano, secondo la moda, contro Facebook e il “cattivo” Zuckerberg. Ma è davvero così? Uno dei miei lunghi rant per una visione un po’ più articolata dell’Economia dei Dati…».

Facebook, scandalo Cambridge Analytica, la privacy… tutto quello che c’è da sapere – Video ultima modifica: 2018-03-21T23:39:55+00:00 da Marco Lorusso

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here