Per capire cosa è il WiFi 6 e perché rappresenta una svolta nelle comunicazioni wireless, immaginiamo la frustrazione di non veder comparire nel proprio feed social il selfie inviato in diretta dallo stadio.

In uno stesso intervallo di tempo, durante un evento sportivo o un concerto, migliaia di persone creano e inviano post a Instagram, Facebook, Twitter o TikTok. Ciò comporta un altissimo stress per gli Access Point nelle vicinanze che significa overload della rete wireless, coda di dati e, a volte, crash temporaneo.

Cosa è il WiFi 6, dunque? L’ultima generazione dello standard WiFi che risolverà queste problematiche, ma non solo. Il WiFi 6, infatti, rappresenterà una componente fondamentale del successo di progetti Industry 4.0, e di tutti quelli che prevedono l’utilizzo di numerosi dispositivi IoT.

Lo standard Wifi6 (802.11ax) allo stadio finale del processo di ratifica IEEE, su cui e’ attivo, un programma di certificazione Wifi Alliance, sara’ ufficialmente standardizzato proprio nel 2020. Così, il 2020 sarà l’anno in cui assisteremo a un proliferare di dispositivi compatibili con il nuovo standard. Sarà questo, insomma, l’anno in cui avremo una risposta chiara e lampante alla domanda: cosa è il WiFi 6.

[Vuoi toccare con mano la magia del WiFi 6? Il prossimo 18 giugno alle 14,30 non perdere l’esclusiva diretta streaming con Cambium Networks. Numeri, scenari di mercato, casi applicativi e una piattaforma digitale senza precedenti dove accedere live a risorse, demo, live chat… tutti i dettagli e la registrazione qui]

Cosa è il WiFi 6: i vantaggi principali

Come detto, il nuovo standard di trasmissione aiuterà a supportare l’incremento di dispositivi IoT. Si pensi che gli analisti di mercato prevedono il superamento dei 20 miliardi di device IoT entro il 2021. Un valore eccezionale di dispositivi connessi che richiederanno maggiore efficienza alle reti wireless.

IDC prevede che entro il 2021 il WiFi 6 diventerà lo standard wireless dominante nell’industria

Detto in breve, lo standard IEEE 802.11ax garantisce un ampliamento della banda a disposizione e una migliore gestione degli utenti connessi simultaneamente, vediamo in che modo.

Le parole chiave del nuovo standard sono 1024-Quadrature Amplitude Modulation (QAM), Orthogonal Frequency-Division Multiple Access (OFDMA), MU-MiMo (Multiuser MiMo), BSS Color e Target Wake Time (TWT).

Le innovazioni delle tecnologie presenti in WiFi 6

 

Rispetto allo standard precedente, IEEE 802.11ac, il WiFi 6 fornisce un incremento della velocità di connessione da 6,9 Gbps a 9,6 Gbps. Questo grazie alla nuova codifica 1024-QAM, che trasmette simultaneamente 10 bit contro gli 8 attuali della codifica 256-QAM.

L’utilizzo della nuova tecnologia OFDMA (Orthogonal Frequency-Division Multiple Access) insieme alla MU-MiMo (Multiuser MiMo), inoltre, garantiscono alte performance anche in caso di picchi di traffico registrati da un Access Point.

LEGGI ANCHE: COME VELOCIZZARE LE CONNESSIONI MULTIPLE

Ciò è possibile grazie all’assegnazione dinamica delle risorse di rete con substream fino a 4 volte più numerosi da parte di OFDMA. Mentre la tecnologia MU-MiMo garantisce l’incremento fino a 8 del numero di stream nello spazio. Ed è proprio grazie al contributo congiunto di OFDMA e Mu-MiMo che gli spettatori di un evento potranno postare serenamente, certi che il loro contenuto sarà pubblicato istantaneamente.

Vantaggi nell’Industry 4.0 ma anche nell’Automotive e nelle Smart Cities

Ma è chiaro che l’incremento della capacità, previsto di un fattore 4, tornerà particolarmente utile in molti ambiti professionali. Per esempio, in scenari di produzione, in cui è fondamentale la velocità e l’accuratezza dei dati trasmessi dai dispositivi IoT. Ma avremo enormi vantaggi anche in progetti di Smart Cities, nella gestione delle infrastrutture e nell’Automotive.

Un’altra tecnologia, la BSS Color, invece, identifica i frame di rete adiacenti evitando così le interferenze tra reti diverse all’interno di uno spazio limitrofo. Inoltre, il raddoppio della banda da 80 MHz a 160 MHz permetterà un flusso molto più corposo di informazioni.

Infine, l’utilizzo di Target Wake Time (TWT) garantisce un miglior coordinamento delle trasmissioni tra più dispositivi evitando che la radio rimanga attiva in caso di trasmissione nulla. E ciò permette un notevole risparmio energetico.

Abbiamo compreso nei dettagli cosa è il WiFi 6? Bene, è ora di entrare a bordopista, nel vero senso della parola, per ammirare i vantaggi della nuova tecnologia insieme ai partner e ai clienti di Cambium Networks.

L’azienda americana, che ha già a listino la propria offerta WiFi 6, presenterà ai suoi partner casi applicativi e best practices durante l’evento esclusivo Wi-Fi & Motori 2020. Cambium Networks Digital Edition il prossimo 18 giugno a partire dalle 14,30 con una esclusiva diretta streaming interattiva.

CLICCA QUI PER LE INFO, E AFFRETTATI,

Cosa è il WiFi 6 e perché è così importante per le aziende ultima modifica: 2020-06-11T09:50:44+00:00 da Valerio Mariani

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here