Smart city cos’è? Intanto una definizione di massima. Una città intelligente è un comune che utilizza le tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT) per aumentare l’efficienza operativa, condividere le informazioni con il pubblico e migliorare sia la qualità dei servizi pubblici sia il benessere dei cittadini.

Mentre la definizione esatta varia a seconda della persona con cui parli, la missione generale di una città intelligente è quella di ottimizzare le funzioni della città e guidare la crescita economica, migliorando al contempo la qualità della vita dei suoi cittadini utilizzando la tecnologia intelligente e l’analisi dei dati.

Il valore che viene attribuito ad una smart city è relativo a ciò che si sceglie di fare con la tecnologia, non solo a quanta tecnologia può avere avere.

Smart city, le 9 caratteristiche principali

Nove caratteristiche principali sono utilizzate per determinare la “smartness” di una città. Queste caratteristiche includono:

Un’infrastruttura basata sulla tecnologia
Iniziative ambientali;
Un sistema di trasporto pubblico altamente funzionante;
Un senso chiaro della pianificazione urbana;
Esseri umani che siano in grado di vivere e lavorare all’interno della città e utilizzare le sue risorse.

Il successo di una città intelligente dipende dalla sua capacità di stabilire una forte relazione tra il governo – compresa la sua burocrazia e le normative – e il settore privato. Questa relazione è necessaria perché la maggior parte del lavoro svolto per creare e mantenere un ambiente digitale basato sui dati avviene al di fuori dell’ambito politico e governativo.

Le apparecchiature di sorveglianza per strade trafficate potrebbero includere sensori di un’azienda, telecamere di un’altra e un server di un’altra ancora tanto per capirci.

Inoltre, possono essere assunti appaltatori indipendenti per analizzare i dati che vengono poi riportati al governo della città. Questi dati potrebbero quindi portare all’integrazione di un team di sviluppo delle applicazioni che viene assunto per trovare una soluzione ai problemi riscontrati nei dati analizzati.

Questa azienda potrebbe diventare parte del sistema se la soluzione richiede un aggiornamento e una gestione regolari. Pertanto, il successo di una città intelligente si concentra più sulla costruzione di relazioni positive che sul completamento di un singolo progetto.

[Vuoi sapere cos’è una smart city e come si applica la rivoluzione smart alla tua azienda? Il prossimo 23 ottobre non perdere l’appuntamento con un evento senza precedenti a Roma presso Harpa Italia. Una guida, live, alla rivoluzione Smart con demo, casi di successo ed errori da evitare, cliccando sull’immagine qui di seguito tutti i dettagli]

Smart city, le tecnologie abilitanti

Le smart city utilizzano una combinazione di dispositivi Internet of Things (IoT), soluzioni software, interfacce utente (UI), infrastrutture storage, server e reti di comunicazione. Tuttavia, si basano innanzitutto sull’IoT.

L’IoT, Internet of things o Internet delle cose è una rete di dispositivi collegati, come veicoli, sensori o elettrodomestici, in grado di comunicare e scambiare dati. I dati raccolti e forniti dai sensori e dispositivi IoT sono archiviati nel cloud o sui server.

La connessione di questi dispositivi e l’uso dell’analisi dei dati facilita la convergenza degli elementi fisici e digitali delle città, migliorando così l’efficienza del settore pubblico e privato, consentendo vantaggi economici e migliorando la vita dei cittadini.

I dispositivi IoT a volte hanno capacità di elaborazione chiamate edge computing. La tecnologi Edge computing assicura che solo le informazioni più importanti e pertinenti siano comunicate sulla rete di comunicazione e porta la potenza di calcolo esattamente nel punto della rete in cui occorre elaborare dati e prendere una decisione in tempo reale.

Una sorta di Data Center distribuito insomma in grado di dare ulteriroe intelligenza ai sensori e ai punti IOT distribuiti in Rete.

Un sistema di sicurezza firewall è anche necessario per la protezione, il monitoraggio e il controllo del traffico di rete all’interno di un sistema informatico.

Nel caso di una smart city i firewall assicurano che i dati costantemente trasmessi all’interno di una rete di città intelligenti siano sicuri impedendo qualsiasi accesso non autorizzato alla rete IoT o ai dati della città.

Altre tecnologie smart city includono:
Interfacce di programmazione dell’applicazione (API)
Intelligenza artificiale (AI)
Cloud computing
Cruscotti
Machine Learning (ML)
Machine to machine (M2M)
Rete mesh

Caratteristiche di una smart city

Teoricamente, qualsiasi area della gestione della città può essere incorporata in un’iniziativa smart city.

Un esempio classico è il parchimetro intelligente che utilizza un’applicazione per aiutare i conducenti a trovare parcheggi disponibili senza un giro prolungato di blocchi di città affollate. Il contatore intelligente consente anche il pagamento digitale, quindi non c’è rischio di rimanere a corto di monete per il contatore.

Anche nell’area dei trasporti, la gestione intelligente del traffico viene utilizzata per monitorare e analizzare i flussi di traffico al fine di ottimizzare i lampioni e impedire che le strade diventino troppo congestionate in base all’ora del giorno o agli orari delle ore di punta. Il trasporto pubblico intelligente è un altro aspetto delle città intelligenti, utilizzato per garantire che i trasporti pubblici soddisfino la domanda degli utenti.

Le società di transito intelligenti sono in grado di coordinare i servizi e soddisfare le esigenze dei ciclisti in tempo reale, migliorando l’efficienza e la soddisfazione dei ciclisti.

Anche la condivisione dei giri e la condivisione delle biciclette sono servizi comuni in una città intelligente.

Il risparmio energetico e l’efficienza sono i principali obiettivi delle città intelligenti. Utilizzando sensori intelligenti, i lampioni intelligenti si attenuano quando non ci sono automobili o pedoni sulle strade.

La tecnologia della rete intelligente può essere utilizzata per migliorare le operazioni, la manutenzione e la pianificazione, per fornire energia su richiesta e monitorare le interruzioni di energia oltre a monitorare la qualità dell’aria.

Le iniziative relative alle città intelligenti mirano infatti anche a monitorare e affrontare le preoccupazioni ambientali come i cambiamenti climatici e l’inquinamento atmosferico.

Gestione dei rifiuti e servizi igienico-sanitari possono anche essere migliorati con la tecnologia intelligente, sia che si tratti di bidoni della spazzatura collegati a Internet e di sistemi di gestione della flotta abilitati all’IoT per la raccolta e la rimozione dei rifiuti, o utilizzando sensori per misurare i parametri dell’acqua e garantire la qualità dell’acqua potabile nella parte anteriore estremità del sistema, con corretta rimozione delle acque reflue e drenaggio sul retro.

La tecnologia delle città intelligenti viene sempre più utilizzata per migliorare la sicurezza pubblica, dal monitoraggio delle aree ad alto crimine al miglioramento della preparazione alle emergenze con i sensori.

Ad esempio, i sensori intelligenti possono essere componenti critici di un sistema di allarme rapido prima di siccità, alluvioni, frane o uragani.

Anche gli edifici intelligenti fanno spesso parte di un progetto di città intelligente. Le infrastrutture legacy possono essere adattate e nuovi edifici costruiti con sensori non solo per fornire la gestione dello spazio in tempo reale e garantire la sicurezza pubblica, ma anche per monitorare la salute strutturale degli edifici.

Il collegamento di sensori a edifici e altre strutture può rilevare l’usura e informare i funzionari quando sono necessarie riparazioni.

I cittadini possono aiutare in questa materia, avvisando i funzionari attraverso un’applicazione per città intelligente quando sono necessarie riparazioni in edifici e altre infrastrutture pubbliche, come le buche.

I sensori possono anche essere utilizzati per rilevare perdite nella rete idrica e in altri sistemi di tubazioni, contribuendo a ridurre i costi e migliorare l’efficienza dei lavoratori pubblici.

Come funziona una Smart City

Le città intelligenti utilizzano la loro rete di dispositivi IoT collegati e altre tecnologie per raggiungere i loro obiettivi di miglioramento della qualità della vita e di crescita economica. Le città intelligenti di successo seguono quattro passaggi:

Raccolta: i sensori intelligenti in tutta la città raccolgono i dati in tempo reale.
Analisi: i dati raccolti dai sensori intelligenti vengono valutati al fine di ottenere approfondimenti significativi.
Comunicazione: Le intuizioni che sono emerse nella fase di analisi vengono comunicate con i decisori attraverso reti di comunicazione.
Azione: le città utilizzano le informazioni tratte dai dati per creare soluzioni, ottimizzare le operazioni e la gestione patrimoniale e migliorare la qualità della vita dei residenti.

Promuovere la sostenibilità con le smart city

La sostenibilità è un altro aspetto importante delle città intelligenti. L’urbanizzazione dovrebbe aumentare ancora di più nei prossimi anni.

Le Nazioni Unite riferiscono che circa il 55% della popolazione mondiale risiede attualmente in un’area urbana o in una città; questa cifra è destinata a salire del 68% nei prossimi decenni.

La tecnologia intelligente aiuterà le città a sostenere la crescita e migliorare l’efficienza per il benessere dei cittadini e l’efficienza del governo nelle aree urbane negli anni a venire.

Sebbene le città presentino già vantaggi ambientali, come le più piccole impronte geografiche che incidono su un minor numero di sistemi ecologici, hanno anche un impatto negativo sull’ambiente con emissioni, come il loro uso estremo di combustibili fossili.

La rete di tecnologie per smart city potrebbe alleviare questi effetti dannosi.

Il passaggio a un sistema di trasporto pubblico elettrico non solo ridurrebbe le emissioni di carburante, ma potrebbe anche comportare il vantaggio di lavorare a stretto contatto con l’infrastruttura di energia elettrica della città al fine di ridurre al minimo l’impatto della ricarica delle batterie durante le ore di punta dell’utilizzo elettrico.

Inoltre, con un adeguato coordinamento, i veicoli elettrici potrebbero anche essere utilizzati per regolare la frequenza della rete elettrica della città quando non sono in servizio.

Si prevede inoltre che il numero di automobili utilizzate nelle città diminuirà man mano che i comuni diventeranno più intelligenti.

I veicoli autonomi o le auto a guida autonoma potrebbero potenzialmente cambiare la prospettiva di una popolazione sulla necessità di possedere auto. Si sospetta che l’adozione di veicoli autonomi ridurrà la quantità di veicoli di proprietà dei privati, diminuendo così il numero di auto sulla strada e riducendo ulteriormente le emissioni di gas nocivi.

Perché abbiamo bisogno di smart city

L’obiettivo principale di una città intelligente è quello di creare un ambiente urbano che offra un’alta qualità della vita ai suoi residenti, generando nel contempo una crescita economica complessiva. Pertanto, un grande vantaggio delle città intelligenti è la loro capacità di facilitare una maggiore fornitura di servizi ai cittadini con meno infrastrutture e costi.

Man mano che la popolazione all’interno delle città continua a crescere, diventa necessario che queste aree urbane si adattino alla popolazione in aumento facendo un uso più efficiente delle loro infrastrutture e risorse. Le applicazioni smart city possono consentire questi miglioramenti, far progredire le operazioni in città e migliorare la qualità della vita dei residenti.

Le applicazioni smart city consentono alle città di trovare e creare nuovo valore dalla loro infrastruttura esistente. I miglioramenti apportati facilitano nuovi flussi di entrate ed efficienze operative, aiutando governi e cittadini a risparmiare denaro.

Smart city Italia, la guida esclusiva il 23 Ottobre a Roma

Ma come, dove e con quali ritorni è quindi possibile, oggi, in Italia applicare davvero sensori e progetti smart in azienda e in città?

Che cosa è veramente una Smart City e quali sono gli ambiti applicativi
più importanti dell’IOT a livello cittadino e pubblico?

Il prossimo 23 Ottobre Roma si terrà Smart Revolution. Un esclusivo live talk durante il quale, grazie ai più recenti dati dei più importanti osservatori di mercato disegneremo la prima mappa esclusiva dell’IOT con la collaborazione degli esperti di Harpa Italia e Hewlett Packard Enterprise.

Piattaforme, idee ma soprattutto casi reali, concreti di progetti “intelligenti” al servizio di città e imprese italiane. Prenota qui il tuo posto in prima fila all’evento più Smart dell’anno http://bit.ly/2Oht1rE #HPEInnoLab

Smart city cos’è, come funziona e perché ne abbiamo tutti un gran bisogno ultima modifica: 2019-10-07T21:58:01+00:00 da Marco Lorusso

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here