Blockchain cos’è e bitcoin a cosa servono.

Da mesi/anni ormai le parole chiave sono queste e imprese, manager, esperti si confrontano su come e con quale profondità questi nuovi paradigmi tecnologici alla base degli scambi di denaro e documenti rivoluzioneranno la nostra vita e il nostro modo di lavorare.

La School of Management del Politecnico di Milano è stata tra le prime a cercare la strada della chiarezza una volta per tutte con l’avvio, nel 2018, dell’Osservatorio Blockchain & Distributed Ledger guidato ancora oggi da qui Valeria Portale Direttore Osservatorio Blockchain & Distributed Ledger del Politecnico di Milano e tra i massimi esperti italiani di pagamenti digitali

[Scopri cos’è la Blockchain , soprattutto, come può aiutarti a fare business e supportare i tuoi clienti in questa fase straordinaria. Dopo il grandissimo successo del mese di dicembre Microsoft ha organizzato un nuovo esclusivo evento streaming in cui si parlerà di blockchain e di casi di eccellenza con la partecipazione speciale di un partner di valore come Var Group.
Appuntamento dunque al 5 maggio, dalle 11 alle 13, qui tutti i dettagli per l’iscrizione]

Blockchain cos’è, i numeri, il video

A livello di numeri di massima, nel corso dell’ultimo report  i ricercatori dell’Osservatorio hanno parlato di circa 488 progetti nel mondo (+56%) nel 2019 e in Italia di un mercato da 30 milioni di euro (+100%).

Ma di questi solo 158 sono implementativi (di cui appena 47 già operativi, il resto sono sperimentazioni o proof of concept), mentre ben 330 sono solo annunci. I progetti implementativi si concentrano nel settore finanziario (67), seguito da Pubbliche Amministrazioni (25), agro-alimentare (15) e logistica (11). Riguardano in particolare i pagamenti (44), la gestione documentale (42) e la supply chain (31). Nella maggioranza dei casi – il 65% – le aziende hanno creato nuove piattaforme, piuttosto che utilizzare quelle esistenti.

[Guarda la video intervista esclusiva con Claudia Angelelli di Microsoft, scopri tutti i percorsi che la multinazionale americana sta sviluppando a supporto dei system integrator che vogliono cogliere le opportunità della Blockchain]

Nel mondo, Stati Uniti, Corea del Sud e Cina sono i Paesi più attivi, rispettivamente con 53, 31 e 29 casi censiti. Ma in Europa, appena dopo il Regno Unito con i suoi 17 progetti, arriva l’Italia con 16, che evidenzia un buon fermento. Gli investimenti in Blockchain e Distributed Ledger nella penisola nel 2019 hanno raggiunto 30 milioni di euro, ancora limitati ma in crescita del 100% rispetto al 2018. Nel nostro Paese oltre il 40% della spesa si concentra nella finanza e nelle assicurazioni, ma è molto attivo anche l’ambito supply chain e tracciabilità di prodotto (in particolare nell’agro-alimentare che, sommando i vari settori in cui è applicato, vale il 30% degli investimenti) e la Pubblica Amministrazione.

Ad ogni modo, in Italia, le imprese sono ancora lontane da una piena consapevolezza: solo il 37% delle grandi aziende e il 20% delle PMI conoscono le possibili applicazioni di Blockchain e Distributed Ledger, appena il 12% delle grandi e il 3% delle medio-piccole pensano che impatteranno sul proprio business nei prossimi cinque anni. E nelle applicazioni concrete siamo all’inizio: meno del 2% delle grandi aziende e dell’1% delle piccole-medie ad oggi ha già avviato dei progetti.

Blockchain cos’è e come è arrivata alla fase di emrgenza

«Nel 2019 le tecnologie Blockchain e Distributed Ledger si sono consolidate e oggi sono guardate con grande interesse da tutti: sviluppatori, startup, aziende, big tech, pubbliche amministrazioni, governi e istituzioni – racconta Valeria Portale, Co-Direttore dell’Osservatorio Blockchain e Distributed Ledger -. Sono cresciuti molti progetti avviati negli anni precedenti, sono state migliorate le prestazioni delle piattaforme, sono in arrivo importanti innovazioni tecnologiche come la ‘Proof of Stake’ di Ethereum 2.0. Sono entrati nuovi attori come Facebook e Telegram, si sono mosse le istituzioni pubbliche, si veda il caso dell’European Blockchain Service Infrastructure. Ma sono ancora poche le applicazioni delle aziende in tutto il mondo, perché il mercato fino ad oggi si è concentrato sulla realizzazione di nuove piattaforme che richiedono mesi o anni per passare al progetto operativo, piuttosto che sullo sviluppo di applicazioni e progetti».

[Un numero sempre maggiore di aziende ha deciso di investire nella Blockchain come modo sicuro e trasparente per tracciare in maniera digitale la proprietà di asset tra limiti di trust, reinventare processi aziendali condivisi e creare nuovi modelli per la collaborazione tra organizzazioni. Scopri come e perché in uno straordinario evento streaming che andrà in onda il 5 marzo alle 11, qui le info!]

[Guarda la video intervista esclusiva con Fabio Moioli di Microsoft, scopri tutti i percorsi che la multinazionale americana sta sviluppando a supporto dei system integrator che vogliono cogliere le opportunità della Blockchain]

Blockchain cos’è, Blockchain la storia, l’infografica

 

Blockchain cos’è e Bitcoin a cosa servono, perchè sono un’opportunità per i system integrator ultima modifica: 2021-04-14T10:30:41+00:00 da Marco Lorusso

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here