CleverMobile Distribution, il nuovo Distributore Informatica anzi, l’Ultra Value Added Distributor italiano progettato, nato e creato per guidare, indirizzare il mercato delle nuove soluzioni mobile. Una novità assoluta e di grande interesse in un mercato, quello della distribuzione informatica che da tempo in Italia e nel mondo continua a concentrarsi, dalle operazioni Esprinet, V-Valley, EDSLan, ITway Vad fino alla mossa Tech Data – Avnet Technology Solution passando per Computer Gross e le operazioni Attiva e Icos…

Una novità piombata in Italia lo scorso 25 maggio 2017 e che ora, a distanza di meno di un anno, può già guardarsi indietro non senza orgoglio e tanti piccoli grandi successi tra cui il merito e la responsabilità di riportare sul canale italiano un brand storico come BlackBerry.

CleverMobile Distribution e il valore del Mobile

«Si tratta di una parabola di successo che ci carica di orgoglio ma anche di responsabilità – racconta Antonio Serra, Sales and Marketing Director di CleverMobile Distribution -. Una parabola che si comprende solo partendo dall’idea alla base del lancio della nostra società. Siamo nati come BU dentro una società con una storia e una reputazione di oltre 20 anni. Siamo nati in un momento in cui tutti i massimi analisti di mercato sono concordi nell’indicare proprio sicurezza, cloud e mobile come i tre centri di gravità del mercato da qui al prossimo futuro, Tre poli uniti da un filo conduttore che si estende fino alla pervasività nella Digital Trasformation. Ogni business, ogni idea, ogni strategia, ogni modalità di lavoro oggi può e deve nascere prima di tutto mobile e, se questo è vero, servono gli strumenti per abilitare simili esperienze. Noi siamo nati per garantire una simile trasformazione». Un distributore di informatica verticalizzato sul mondo mobile B2B. Una mossa precisa e coraggiosa che il mercato, in pochi mesi, ha premiato. «Ci siamo messi in contatto con i migliori system integrator italiani – racconta Serra – e abbiamo trovato una apertura e un interesse totali. Abbiamo scelto con grande attenzione i brand su cui scommettere: MobileIron (leader in ambito Enterprise Mobility Management (EMM)) di cui siamo stati il primo centro di formazione e distributore pluripremiato italiano,  Accellion (Collaboration/File Synchronization and Sharing per il segmento Enterprise), Wandera (Enterprise Mobile Security in real time, TEM, Ottimizzazione e Risparmio sul traffico dati), Titus (Classifica, protegge e condivide le informazioni in modo sicuro), Globalscape (soluzioni di Managed File Transfer (MFT) e Information Security)…».

La risposta come detto non si è fatta attendere e oggi CleverMobile Distribution conta già 30 partner di alto livello distribuiti sul territorio nazionale. «Si tratta di operatori altamente selezionati – spiega Serra – realtà che servono imprese e clienti di medie e grandi dimensioni e che sono in grado di costruire soluzioni molto complesse. A conquistare e convincere è il messaggio dell’enterprise of everything, ovvero la sintesi tra mobile e IoT, una piattaforma di servizi in grado di portare vantaggi concreti alle imprese ormai inevitabilmente di fronte alla svolta del mobile al servizio dei processi strategici».

Il “premio” di BlackBerry

Una progressione che non è passata sotto silenzio e che ha attirato le attenzioni di molto brand internazionali tra cui proprio BlackBerry in cerca di un clamoroso rilancio dopo i rovesci vissuti nel mondo “hardware” degli smartphone. Una BlackBerry che, abbandonata la strada dell’hardware (ad oggi i dispositivi a marchio BlackBerry sono prodotti da TCL, azienda cinese che possiede anche i diritti sul marchio Alcatel) da tempo ha messo nel mirino il mercato del software e della sicurezza con tassi di crescita molti rilevanti a livello mondiale. «Un focus che si sposa perfettamente con il nostro Dna e che – spiega Serra – con grande orgoglio ci ha portato ad essere chiamati direttamente da BlackBerry. Una azienda di portata mondiale che, in un momento di grande rilancio e rinascita ha deciso di scommettere su un distributore “nuovo” come noi. Sin da subito si è instaurato un rapporto di grande fiducia e autonomia dettato anche dalla nostra abilità nel gestire con equilibrio, all’interno dello stesso portafoglio anche brand inevitabilmente sovrapposti come Mobileiron. Una completezza che ci permette di essere oggi un riferimento assoluto per il canale Mobile Enterprise».

L’impatto di BlackBerry in Italia

Ma come è stato accolto il rilancio di BlackBerry in Italia? «Molto meglio di quanto si possa pensare – racconta Serra -. Alla fine, al contrario di quanto si creda, il mercato ha una visione molto chiara di quello che è stato un errore strategico non un problema tecnologico. Le soluzioni BlackBerry ancora oggi sono identificate come portatrici di grande valore e qualità e ora stiamo sviluppando progetti di grande impatto grazie al supporto di un ecosistema di System integrator in crescita sia a livello numerico che ci competenze».

 

 

 

«Così abbiamo riportato BlackBerry sul mercato», CleverMobile Distribution e il valore del Mobile ultima modifica: 2018-03-17T17:55:43+01:00 da Marco Lorusso

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here