Sulla necessità del WiFi in hotel non dovremo insistere. È abbastanza chiaro che nel settore dell’hospitality e della ristorazione, la presenza del WiFi non è più da considerarsi un lusso. Il WiFi in hotel ci deve essere e deve essere gratuito per gli ospiti, non ci sono giustificazioni.

Facciamoci caso, la prima domanda che viene fatta in reception è sempre la stessa: qual è la password del WiFi in hotel? Non si chiede neanche più se c’è la rete, ma come vi si accede. È bene, dunque, attrezzarsi per configurare una connessione WiFi disponibile in tutto l’hotel. Che non sia solo disponibile, però, ma anche efficiente.

Per realizzare una rete WiFi in hotel è bene partire da un progetto. Prima ancora di individuare il brand e il pacchetto che fa per il cliente. fondamentale armarsi di pianta di tutti i piani, verificare metrature, punti di accesso voluti ed eventuali ostacoli infrastrutturali.

Ancora, garantire la banda sufficiente in zone sotterranee e in aree ad alta affluenza. Ma anche prevedere i picchi orari e tutelare la rete, anche per tutelare gli ospiti della struttura. È bene, dunque, affidarsi a un fornitore It competente in networking e che abbia all’attivo un certo numero di installazioni.

WiFi in hotel

Il WiFi in hotel è un ottimo strumento di marketing

Ma il WiFi in hotel non è solo un servizio da fornire ai propri clienti a costo zero. Già, perché il ritorno potrebbe essere maggiore di zero, se si sceglie la soluzione giusta. Una fra tutte Cisco Meraki, preferita dal distributore Tech Data e dal suo network quando si parla di reti WiFi in grandi strutture pubbliche.

E, invece, lasciandosi ispirare da questi suggerimenti, e dalle caratteristiche della soluzione Cisco Meraki, il ritorno dell’investimento sarà improvvisamente più evidente alle aziende dell’hospitality.

1. Monitoraggio del traffico
Chi attiva il WiFi in hotel registra la rete e mantiene aperta la connessione sullo smartphone. Ciò significa che il suo MAC address sarà sempre individuabile nelle aree dell’albergo. Ovvero, che dalla console di gestione degli apparati Cisco Meraki sarà possibile monitorare il percorso delle persone, tutelandone la privacy. Così potremmo capire, per esempio, quali sono le aree più frequentate dell’hotel e in quali orari, e organizzare iniziative di marketing più efficaci.

2. Notifiche push
Attraverso la console di gestione di Cisco Meraki, inoltre, si possono inviare notifiche push direttamente sullo smartphone del cliente. ovviamente solo dopo aver richiesto l’autorizzazione. Così l’ospite sarà aggiornato in tempo reale sulle iniziative dell’hotel.

LEGGI ANCHE: COS’E’ IL CLOUD NETWORKING?

3. Traffic shaping
Il WiFi in hotel si usa essenzialmente per poche attività. Le analisi di mercato mettono al primo posto lo streaming. Che siano serie Tv, partite di calcio o film di animazione, lo streaming è l’utilizzo più diffuso del WiFi, e anche il più dispendioso in termini di banda. Ebbene, la distribuzione della banda, ovvero la definizione di quanta banda destinare a diverse attività, è una caratteristica intrinseca delle soluzioni Cisco Meraki. Ed è facilissimo settare i filtri a seconda della tipologia di utilizzo.

Questi sono tre esempi di cosa può fare un WiFi in hotel. Ma la console di Cisco Meraki propone diverse configurazioni, facilmente gestibili anche da chi non è un tecnico, e garantisce la massima sicurezza. Infine, come ci raccontano nel video gli amici di Tech Data, configurare un nuovo access point, o una rete in una nuova sede, è di una semplicità disarmante.

Sei un partner Tech Data? Hai il dubbio che tutto sia troppo facile? Non è così, la fase di progettazione della rete è delicata e richiede competenze. Inoltre, molte PMI potrebbero chiedere la manutenzione e l’assistenza da remoto, un servizio in più facilmente gestibile su soluzioni come Cisco Meraki.

VUOI ALTRI MOTIVI PER SCEGLIERE CISCO NETWORKING? LEGGI QUI

WiFi in hotel: oltre la connessione c’è molto di più ultima modifica: 2020-02-21T09:28:58+00:00 da Valerio Mariani

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here