Una storia imprenditoriale di successo, un rapporto di straordinaria sintonia con il territorio, una partnership che sta aiutando le imprese ad affrontare la sfdia più delicata, quella della gestione, sicura, dei dati. Tutto, e di più, sull’ecosistema da record che unisce un system integrator come Assitek e Hewlett Packard Enterprise nel cuore del progetto #HPEcosystem. 

Un prezioso report multimediale con le voci, le storie, gli obiettivi dei protagonisti. Abbiamo infatti avuto la fortuna di incontrare e confrontarci con Michele Grimaldi, socio fondatore della società e Nicola Errichiello, Sistemista IT in Assitek. Il risultato è un racconto prezioso soprattutto in una fase in cui tutti, nessuno escluso, stiamo cercando interlocutori di valore, sul territorio, per gestire questa corsa verso il digitale scatenata, anche, dai due anni di pandemia appena vissuti.

Assitek, una “famiglia” innovativa con un motore da competizione

Ma come sempre andiamo con ordine. A Parma, in via Edison/Volta al 25 c’è la sede di una azienda sorprendente da diversi punti di vista. Un gruppo di professionsiti “giovani” a livello anagrafico ma con una storia, lunga e straordinaria alle spalle.

Assitek nasce infatti oltre 20 anni fa «in un piccolo ufficio poco più grande di uno scantinato – spiegano i manager -. Partiti assemblando PC, siamo cresciuti e cambiati insieme alle richieste del mercato, arrivando a ridefinirci come consulenti e partner per aziende che intendano intraprendere un costante e sostenibile percorso di innovazione. Grazie alla curiosità e alla formazione abbiamo ampliato gli ambiti di competenza, strutturando in modo sempre più professionale ed articolato risposte trasversali ed interdisciplinari alle esigenze dei clienti. Crediamo di esserci riusciti anche per merito di sinergie con partner affidabili e strutturati, frutto di 20 anni di esperienza e ricerca, con i quali si è raggiunto un corretto equilibrio di ruoli e ambiti operativi a 360 gradi. Con il tempo abbiamo maturato anche una maggiore consapevolezza del nostro ruolo rispetto alla “business community”, fatta di clienti e fornitori». E siamo al dunque, i dati, il backup, la continuità del business… la relazione con Hewlett Packard Enterprise.

«Assitek è come una squadra di Pallavolo – spiega Grimaldi – , non per nulla i soci fondatori sono stati giocatori, uno di questi di una certa caratura. In una squadra di pallavolo, ogni persona ha un ruolo e un compito ben preciso  e l’importanza di ogni membro e’ essenziale per far si che la squadra sia vincente. Esistono le individualità, ma se non sono amalgamate correttamente con il resto dei giocatori, non rendono una squadra vincente. Anche fuori dal campo una squadra rimane tale, cosi anche in Assitek, il rapporto tra le persone và oltre l’aspetto lavorativo e si sono create sinergie e amicizie extra lavorative.  Insomma mi piace pensare che siamo una gran bella squadra. Cosa ci rende diversi? Il concetto di squadra, grande famiglia, sono alla base della scelta dei collaboratori. Possiamo trovare il tecnico migliore al mondo, ma se non è in grado di creare empatia e rispetto tra i membri di Assitek, a noi non interessa». 

Il rapporto con Hewlett Packard Enterprise

Sulla stessa linea anche Nicola Errichiello, giovane manager ma già di grandissimo riferimento per tutta l’organizzazione. «Il nostro focus è da sempre quello di interpretare le esigenze del cliente e proporre la soluzione che più gli si addice. Operiamo in un mercato molto ampio e pieno di soluzioni diverse, proprio per questo dobbiamo rimanere costantemente aggiornati per proporre ai clienti le strategie di trasformazione digitale che possano portargli i maggiori vantaggi in termini di business a medio e lungo termine. 

In questo momento il nostro obiettivo è aiutare gli imprenditori più restii a sconfiggere la diffidenza verso il mondo dei servizi e del cloud. E in questo, devo ammettere, che Hewlett Packard Enterprise ci sta aiutando molto grazie alla sua visione di cloud ibrido professionalmente chiamato “computing at the edge”. Essere un’azienda che sa fare tutto oggi è una chimera, io vedo Assitek come un’azienda con le competenze di analisi per trovare i giusti partner e le giuste soluzioni per supportare al meglio la trasformazione digitale dei clienti».

Assitek, Hewlett Packard Enterprise e la rivoluzione, possibile, dei dati sicuri

«Hewlett Packard Enterprise subito dai primi approcci ci ha fatto sentire importanti, considerati – aggiunge Grimaldi -. Siamo un piccola realtà in un mondo di colossi e nessuno di noi avrebbe mai pensato che HPE avrebbe perso del tempo con noi. Invece  la disponibilità, l’approccio umano delle persone ci ha stupito. Ci ha permesso di essere consapevoli che forse possiamo dire la nostra anche noi soprattutto in uh momento in cui le imprese del territorio cercano prossimità e rassicurazioni. Il tessuto imprenditoriale, dove noi operiamo, negli anni è diventato sempre più attento e resiliente nella gestione delle problematiche del dato e della sua tenuta. Esiste però purtroppo  ancora uno zoccolo duro, che non comprende fino in fondo, quanto il dato sia a tutti gli effetti centrico sulla vita della propria azienda.

Siamo però ottimisti, perché ci stiamo rendendo conto che sempre più spesso, ci troviamo di fronte a figure imprenditoriali lungimiranti e visionarie, che vedono l’innovazione in modo costruttivo, vedendo la tecnologia legata alla continuità di servizio e alla tenuta sicura dei dati come un valore aggiunto per la propria realtà imprenditoriale. Una cosa è certa, al di là del pur corrette logiche e regole da segurie le politiche di backup e gestione efficace dei dati sono un aspetto che si deve adeguare, plasmare e gestire secondo le esigenze della struttura che ne fa richiesta. Sicuramente il cloud deve essere sempre presente nella gestione delle politiche di backup, con soluzioni affidabili e sicure che il mercato odierno puo’ offrire… noi comunque tendiamo quasi sempre a considerare e gestire un “piano B” nel caso il “piano A” fallisca…»

Assitek e la “diversità” che premia sul territorio

Idee chiare dunque, regole certe ma anche una capacità, unica, di verticalizzare soluzioni innovative come quelle di Hewlett Packard Enterprise. Il tutto unito alla “fortuna” di fare il lavoro dei propri sogni.

«Siamo diversi, perché a costo di ricevere qualche “no” cerchiamo sempre di fare il nostro lavoro al meglio e tendiamo a proporre soluzioni con un vero valore aggiunto, che non siano solo la vendita di un prodotto in più – spiega Errichiello -. Ci teniamo ad accompagnare i nostri interlocutori in scelte ben ponderate e con uno sguardo sempre rivolto al futuro».

«Ritengo – chiude Grimaldi – che fare il lavoro che piace, che si desiderava fare fino da quando ero piccolo e soprattutto essere circondati da collaboratori che la pensano come te e te ne accorgi anche dai piccoli gesti quotidiani, siamo il miglior modo per dire cosa è Assitek, un’essenza, una passione che spero emergano chiaramente anche in questo video reportage».

Assitek, Hewlett Packard Enterprise e un nuovo ecosistema da record «così vinciamo la sfida del buon backup» ultima modifica: 2022-05-17T11:27:00+02:00 da Marco Lorusso

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here