Microsoft Academyadi 2020, è il tempo delle competenze, delle sfide. Lo scorso 10 dicembre in una Microsoft House piena in ogni ordine di posto, ha preso ufficialmente il via uno dei più importanti e decisivi progetti 2020 di Microsoft House. Tre percorsi, tre scuole, tre sfide dedicate ai partner italiani e ai principali workload cloud di casa Microsoft: Azure, Microsoft 365 e Dynamics 365.

[Guarda il reportage esclusivo dell’evento di lancio #MSAcademyadi andato in scena nei giorni scorsi, una giornata da record ricca di sorprese e di partecipazione straordinaria]

Un progetto ambizioso che ogni mese, per tre martedì consecutivi chiamerà a raccolta i partner italiani per tre “scuole” di cloud, tre percorsi dedicati alle features, i linguaggi, le funzionalità, gli strumenti che vanno raccontati, portati nel cuore delle PMI italiane che stanno affrontando il percorso della trasformazione digitale. Tre percorsi nati, sbocciati dal successo travolgente conosciuto da un progetto come la Microsoft 365 Academy che nella prima parte del 2019 è riuscita a chiamare a raccolta oltre 300 partner che si sono sfidati nel segno del “filo rosso” del gusto, delle stelle e dell’eccellenza italiana nel mondo del food. Quest’anno il cuore, il motore propulsivo delle tre Academy sarà lo sport e culminerà a ridosso delle Olimpiadi di Tokyo 2020.

Microsoft Academyadi 2020, il cloud è del canale

Ma andiamo con ordine e partiamo dal successo clamoroso dell’evento di lancio dello scorso 10 dicembre. Un evento al quale si sono dati appuntamento i maggiori reseller, system integrator, sviluppatori italiani segno di un interesse crescente per le competenze, la formazione. Un evento sorprendente che è stato anche un’occasione unica per incontrare i maggiori esperti di cloud computing in Italia, a partire da Fabio Santini, Direttore divisione One Commercial Partner Italia. «Il cloud è del canale e il canale è del cloud – ha spiegato Santini -. Microsoft ha investito con forza sull’ecosistema, sui suoi partner. Oggi più che mai sono loro, sono i reseller il più importante anello di congiunzione tra le nuvole e il territorio, le imprese. Contrariamente a quanto si pensava anni fa, i clienti finali che cercano i vantaggi, la scalabilità, la velocità, l’innovazione del cloud… coloro che cercano insomma tutto questo hanno possibilità di trovarlo davvero solo se riescono a farsi accompagnare da un partner, da un system integrator capace di capire, parlare la loro lingua e disegnare un percorso di trasformazione su misura, sicuro, efficace. Per interpretare un simile ruolo però servono competenze vere, misurabili, tangibili, nel cloud non ci si improvvisa altrimenti sono guai. Il senso delle Microsoft Academyadi è tutto qui, sono la vera sfida 2020, sono il cuore della rivoluzione cloud soprattutto in un Paese come il nostro».

Microsoft Academyadi 2020, la formula

«Grazie a tutto il team Microsoft abbiamo costruito una corsa verso l’eccellenza – racconta Claudia Angelelli – Microsoft responsabile formazione partner OCP Italia -. L’appuntamento di quest’anno con l’Academy ha il sapore della vittoria, della più sana delle competizioni. Tre saranno le “discipline” in cui i partner si potranno cimentare (Azure, Dynamics e ModernWorkplace) come tre saranno i preziosi premi finali, (si parla della partecipazione ad una partita della Juventus presso lo Juventus Stadium, con cena in area esclusiva del ristorante Legends Club in compagnia di un’eccellenza del calcio internazionale e di un esperto di tattica e startegia). Ma c’è di più, ogni mese sarà redatta una classifica  per ogni workload e, al di là dei premi finali, i partner che si metteranno in mostra per fatturato o nuovi clienti acquisiti saranno protagonisti di video esclusivi, articoli dedicati e campagne social che ne racconteranno progetti, idee, obiettivi, strategie. Microsoft Academyadi è un progetto fatto soprattutto di contaminazione dunque e di competenze, casi di successo che, nel segno del cloud, cercheremo di mettere sempre a fattor comune. Partiremo il 14 gennaio, secondo martedì del mese e per tre settimane di fila vivremo, ogni martedì, un appuntamento con il cloud di Microsoft. I docenti saranno esperti di fama nazionale come Michele Sensalari di Overnet che, con il suo team seguirà tutto il percorso della Microsoft 365 Academy e della Microsoft Azure Academy e ancora come Giorgio Garcia Agreda di Crionet che seguirà invece il percorso della Microsoft Dynamics 365 Academy».

La “sorpresa” di Jack Sintini

Come anticipato in questo video-articolo di lancio lo scorso 10 dicembre i manager di Microsoft hanno fortemente voluto, presso la Microsoft House, anche un ospite di eccezione, un testimonial, uno speaker che avesse il dna, la storia, l’energia per incarnare al meglio lo spirito stesso del progetto Academyadi. Un ruolo che Jack Sintini, ex stella del volley italiano e internazionale protagonista di una straordinaria vicenda personale fatta di fortuna, coraggio, resilienza e voglia di faticare. Dai grandi successi internazionali passando per la necessità di affrontare una grave malattia all’apice della carriera, fino al rientro e alla vittoria meno attesa e più emozionante. Una storia che ha commosso il foltissimo pubblico presente e che, per la sua ricetta semplice basata su abilità e coraggio di affrontare anche i più imprevisti tra i cambiamenti, ha forse rappresentato al meglio lo spirito che serve, oggi, per vivere e cavalcare la rivoluzione del cloud e del digitale. Una rivoluzione, uno spirito che saranno alla base di tutti gli appuntamenti e della attesa sfida delle Microsoft Academyadi. Appuntamento il 14 gennaio presso Microsoft House con la Academy Dynamics 365 poi il 21 Gennaio la Academy Azure e il 28 gennaio la Academy Modern WorkPlace, a breve tutti i dettagli per partecipare e prenotare il posto in prima fila.

Intanto resta aggiornato in tempo reale seguendo l’hashtag dedicato: #MSAcademyadi

 

 

Microsoft Academyadi 2020, è il tempo delle competenze, delle sfide ultima modifica: 2019-12-18T23:17:25+00:00 da Marco Lorusso

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here