Il sodalizio tecnologico tra Oracle e Accenture rappresenta una delle storie di maggior tradizione nell’ambito della system integration. Da oltre trent’anni, i due marchi, leader nei rispettivi settori, sono uniti da una partnership concreta, che ogni giorno aiuta migliaia di aziende ad innovare costantemente i loro sistemi informatici, per rinnovarsi e affrontare con successo tutte le sfide di business che si presentano lungo il loro percorso imprenditoriale.

Accenture è stata la prima azienda a raggiungere il livello Diamond, il più alto nel network di Partner Oracle e può contare su oltre 54mila professionisti specializzati nell’implementazione delle tecnologie Oracle Cloud. Scopriamo quale sia la visione che accomuna questi due brand, per accompagnare le aziende verso la trasformazione digitale, con una lista di casi di successo sempre più ricca.

Oracle Technology Vision: come nascono i modelli di crescita

Accenture ogni anno produce e pubblica un survey specifico per capire quali sono le principali connessioni tra l’evoluzione del business e l’information technology.
Le indicazioni dei report più recenti vedono un mercato dell’innovazione sempre più orientato verso l’adozione di modelli tech driven basati su un approccio mirato a mettere l’utente, inteso quale “human” al centro dell’esperienza. Si tratta di modelli che prevedono di generare trust grazie all’impronta collaborativa e coinvolgente che un progetto assume sin dalle sue fasi preliminari. Secondo questa logica, il valore aggiunto dell’innovazione è dato dal fatto che le persone lavorano in concerto con la tecnologia, per intercettare le esigenze del consumatore in maniera coerente con i valori del brand.

Tradurre in processi concreti questo genere di visione “human-centric” richiede un approccio agile e scalabile che soltanto le tecnologie cloud possono garantire. Basterebbe questa premessa, in chiave puramente tecnologica, per capire le ragioni che spingono Accenture e Oracle a lavorare con una sinergia sempre più forte. Nel contesto del report 2020 Technology Vision, Accenture ha individuato cinque trend tecnologici, sulla base dell’utilizzo delle tecnologie Oracle Cloud. Un più recente aggiornamento ha precisato quali sono le possibili conseguenze post pandemiche, convergendo come la sostanziale novità consista in una generale accelerazione delle aziende verso il digitale.

I cinque trend identificati da Accenture sono i seguenti:

  • The I in Experience: la personalizzazione dell’esperienza deriva da un approccio nativamente orientato alla collaborazione, sia per i dipendenti che per i clienti. Oracle Customer Experience Cloud abilita lo sviluppo di esperienze supportate dalla grande quantità di dati che i sistemi sono in grado di acquisire in merito alle relazioni con gli utenti, analizzandole grazie alle più evolute tecniche di intelligenza artificiale.
  • AI and Me: Oracle e Accenture incentrano il loro sforzo nell’aiutare le aziende a crescere sul piano della collaborazione tra le intelligenze umane e quelle artificiali, per ottenere livelli di automazione molto più efficienti. Grazie all’utilizzo di tecniche AI, Oracle Autonomous Database consente ad esempio di implementare servizi di database in cloud capaci di automatizzare la gestione dei carichi di lavoro in merito a tutte le operazioni previste.
  • The Dilemma of Smart Things: la continua evoluzione dei sistemi IoT è il risultato di un sistema vivo, intelligente, capace di scambiare continuamente un’enorme quantità di dati. In questo contesto, il cliente è sempre più protagonista e la sua concezione evolve dal ruolo di cliente, tradizionalmente inteso, a quello di partner, capace di utilizzare le soluzioni Oracle Cloud di Accenture per creare un’esperienza personalizzata dei propri servizi. Data la forte componente innovativa, è infatti necessario un dialogo evolutivo, basato su modelli a servizio (subscription-based) che consenta al partner di generare nuove esigenze e al provider di disporre continuamente di problemi concreti, da risolvere grazie alla tecnologia.
  • Robots in the Wild: le applicazioni Oracle Cloud consentono di abilitare dei sistemi autonomi, come da tempo avviene nell’industria manifatturiera, ed in previsione di espansione verso altri ambiti applicativi. I sistemi robotici autonomi sono “animati” da servizi in cloud che prevedono l’integrazione di tecnologie come la blockchain, la internet of things, il machine learning ed altre tecniche AI.
  • Innovation DNA: Accenture e Oracle costruiscono ogni giorno un know how derivante dalla loro continua collaborazione sul campo con aziende leader nei rispettivi ambiti di business. Questa conoscenza si traduce in strumenti capaci di portare innovazione in ogni realtà, come nel caso della piattaforma Accenture myConcerto, basato su logiche insight driven abilitate dalle tecnologie Oracle Cloud.

A livello di percezione generale, la fiducia nei confronti della tecnologia hanno raggiunto numeri sempre più prossimi alla condizione unanime. In particolare, a guidare questo sentimento positivo è proprio la crescita del rapporto tra le persone e la tecnologia. Secondo Accenture, l’83% dei manager e responsabili IT ritiene che la tecnologia sia ormai una componente fondamentale nell’esperienza umana, mentre il 76% ritiene indispensabile che le organizzazioni, prestando sempre più attenzione ad argomenti come l’ascolto e l’empatia, ridisegnino i processi che prevedono un rapporto tra uomo e tecnologia, posizionando in maniera concreta l’utente al centro dell’esperienza: una condizione indispensabile per garantire il successo degli sforzi e degli investimenti nella trasformazione digitale dell’azienda.

Le soluzioni Oracle utilizzate da Accenture

Accenture vanta una solidissima conoscenza di Oracle Cloud Infrastructure (OCI) ed è in grado di innovare tutte le funzioni aziendali, sia a livello globale che per quanto concerne le expertise verticali, grazie all’utilizzo dell’intera suite delle soluzioni Oracle Cloud, in particolare:

  • Oracle Customer Experience (CX): consente di creare customer experience personalizzate, in grado di supportare le pipeline di marketing, vendita e customer care, grazie all’analisi in tempo reale dei dati di ogni cliente e alla generazione automatica delle operazioni che determinano il successo di tutte le strategie di relazione con il cliente.
  • Oracle ERP Cloud: un gestionale evoluto, pensato per ottenere uno scenario agile e resiliente in tutte le operazioni legate alla finanza. Grazie alla sua capacità di adattare rapidamente modelli e processi aziendali, è possibile ridurre i costi, migliorare le previsioni in funzione di un approccio innovativo mirato al miglioramento continuo.
  • Oracle Human Capital Management (HCM): il ruolo delle risorse umane in un’azienda orientata alla trasformazione digitale assume una rilevanza sempre più centrale, soprattutto nel periodo storico che stiamo vivendo, laddove la pandemia Covid-19 ha letteralmente stravolto i modelli organizzativi. Concepita in modo nativo per il cloud, Oracle HCM è in grado di collegare ogni processo legato alla gestione delle HR, dai colloqui finalizzati all’assunzione, fino al pensionamento del dipendente. La visione unificata di ogni profilo assicura una coerenza oggettiva per qualsiasi processo decisionale, supportata da una visione realmente “umana”, personalizzata sulla base delle caratteristiche di ogni dipendente.
  • Oracle Cloud Infrastructure e Oracle Autonomous Database: soluzioni complete per migrare in cloud le applicazioni aziendali, grazie agli ambienti IaaS e PaaS dell’infastruttura di Oracle. Pieno supporto alle applicazioni cloud native per l’implementazione dei nuovi modelli a servizio (SaaS) e gestione avanzata dei database, per automatizzare il provisioning, l’ottimizzazione e il ridimensionamento dei carichi di lavoro.

Oltre ad utilizzare correntemente le soluzioni Oracle Cloud, Accenture ha sviluppato una piattaforma integrata in grado di accelerare radicalmente l’innovazione dei processi aziendali, con un approccio fortemente orientato dall’analisi dei dati.

Accenture myConcerto: la piattaforma proprietaria insight driven

Basata su tecnologie Oracle Cloud, la piattaforma Accenture myConcerto nasce per accelerare l’innovazione dei processi in tutte le iniziative aziendali. Grazie ad una serie di soluzioni preconfigurate, è infatti possibile avviare e imbastire nuovi progetti nel giro di pochi click, impostando le informazioni relative alle fasi di concept, di descrizione, di creazione e sviluppo, con un continuo check relativo alle funzioni legate alla sostenibilità.

Il poter disporre di tutte queste funzioni in una unica piattaforma integrata consente due vantaggi fondamentali: tutti gli stakeholder possono interagire in maniera coerente sullo stesso progetto, utilizzando i tool a loro più congeniali. I product manager possono ad esempio pianificare rapidamente le roadmap della prototipazione di un prodotto e, sulla base di una differente analisi degli stessi dati, gli esperti di business possono fare tutte le valutazioni del caso in merito alla gestione finanziaria, con un monitoraggio continuo su tutti gli indicatori previsti, ai fini di controllare il ROI ed altri parametri economici.

Inoltre, grazie alle funzioni di Analytics dei servizi Cloud di Oracle, myConcerto è in grado di generare degli insight in tempo reale, con tutte le informazioni utili per supportare i processi decisionali in azienda. La potenza e la scalabilità del cloud risulta una condizione infrastrutturale indispensabile per poter abilitare uno strumento di innovazione sempre più completo, che Accenture può garantire a tutte le realtà che vogliono affrontare senza compromessi la sfida dell’innovazione.

 

 

Oracle e Accenture, una sinergia vincente all’insegna del Cloud ultima modifica: 2021-05-18T15:30:10+00:00 da Francesco La Trofa

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here