Alla dicitura Business Automation manca Process? In verità no. La parola “automazione” se un tempo andava a braccetto dell’aggettivo “industriale”, più recentemente ha trovato in “processo” un nuovo partner, per poi perderlo e diventare un assolutistica “automazione del business”.

In questa sintesi c’è tutta l’evoluzione del ruolo della tecnologia degli ultimi anni. Originariamente, grazie al software e a macchine più intelligenti la produzione industriale si è automatizzata. Più recentemente si è compreso che l’automazione poteva essere buona cosa, per qualsiasi processo, non solo di produzione.

E poi, finalmente, la tecnologia si è potuta sedere al tavolo dei grandi, quelli che possono determinare sorti e fatturato di un’azienda. Oggi la tecnologia è direttamente responsabile della crescita aziendale e automatizzare il business non è solo opportuno, ma necessario.

Chi lo dice? Se anche non si è voluto dare ascolto ai visionari, la pandemia ha messo i manager e i decisori d’acquisto di fronte a una evidenza: senza la tecnologia non competi in un mercato globale, non sei resiliente, e rischi l’estinzione.

Come si coniugano efficienza e innovazione

Innovare, rivoluzionare processi, strumenti e organizzazioni per rispondere meglio e più velocemente a sollecitazioni del mercato. Sollecitazioni nemmeno immaginabili per imprevedibilità, forza e profondità. Partire dai processi con adeguate riflessioni su uno stato attuale che presenta colli di bottiglie e criticità e poi disegnare uno scenario di innovazione.

Lo scenario si concretizza con un piano di intervento dettagliato, personalizzato, modulare e scalabile in cui scegliere e integrare la tecnologia è solo una parte della questione. Perché non si raggiungono gli obiettivi di business se tutte le risorse aziendali non concordano su scopi e fini. Dunque, implementare un modello di business automation significa prima di tutto integrarlo nella cultura aziendale.

La business automation è, in fondo, innovare per raggiungere il Nirvana della massima efficienza, e quindi far volare il business. Automatizzare il più possibile i processi, qualsiasi siano, significa ottimizzare tempi e risorse. Far lavorare la macchina al posto dell’uomo. E farci riconquistare quel ruolo di animale pensante, decisore, gestore illuminato.

Avere rapporti intelligenti, completi e precisi, sfruttare il machine learning, la realtà virtuale e aumentata, interagire con i consumatori forti di un bagaglio di informazioni generato in tempo reale. Questa è la business automation, nella sua accezione infinita.

Tutto bellissimo, ma come si fa?

LEGGI ANCHE IBM ECOSYSTEM SUMMIT: COSTRUIRE PARTNERSHIP DI VALORE PER L’INNOVAZIONE ITALIANA

Business Automation: con quali piattaforme partire

Esistono le piattaforme giuste per la business automation? Sì. C’è IBM Cloud Pak for Business Automation per esempio. Si tratta di una serie di software integrati già ben apprezzati da clienti e partner IBM, progettati per aiutarti a risolvere le sfide operative più impegnative. Indipendentemente dal settore, dalla divisione, dallo specifico campo di applicazione.

Grazie ai suggerimenti forniti dagli algoritmi di Intelligenza Artificiale, agli Analytics per misurare l’impatto e gli strumenti a uso limitato di codice orientati al business, IBM ha aiutato i clienti a ridurre fino al 90% la quantità di tempo dedicata ai processi manuali e dimezzato i tempi di attesa dei clienti. E nelle aziende che hanno dato fiducia a IBM e ai suoi partner, ora sono certi di rispettare la compliance, riducono i rischi e risparmiano migliaia di ore di lavoro che possono essere riassegnate a compiti di maggior valore aggiunto.

Ascolta chi applica già il modello giusto

Tech Data, IBM, BlueIT, Network Contacts e Wintech sono i protagonisti di un evento esclusivo organizzato da Tech Data in collaborazione con IBM e moderato da Marco Lorusso dedicato alla business automation. Durante il talk si scoprirà perché, quando e come, grazie anche alla descrizione di alcuni casi di eccellenza.

Diretta streaming il 16 dicembre, live talk dalle 14:30 alle 15:30

Insieme a:
VINCENZO BOCCHI – Advanced Solution Director, TD Synnex
GIOVANNI TODARO – Manager of Data, AI and Automation, IBM Technology
MARCO ARRIGONI – Solution Manager, Wintech
PAOLO MAZZA – Chief Innovation Officer, BlueIT
MARCO BORGHERESE – CoFounder & VicePresident, Network Contacts

Modera MARCO LORUSSO – Journalist, Speaker, Tech Blogger, Video Maker, Advisor and owner, SergenteLorusso.

REGISTRATI ORA

Business Automation con Tech Data: il TD Talk per un’innovazione sicura ultima modifica: 2021-12-15T10:00:28+00:00 da Valerio Mariani

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here