Migrare i workload precedentemente residenti in strutture on premise verso ambienti cloud è un processo particolarmente diffuso. La consacrazione del paradigma cloud presso le aziende determina la conseguente attività di migrazione dei workload.

In particolare, soprattutto in certi contesti di mercato come il Finance, è facile che il partner It si trovi a gestire migrazioni da ambienti complessi e delicati come l’on premise.

Una volta stabilito insieme all’azienda cliente che il cloud è l’ambiente tecnologico giusto per mantenere e incrementare il proprio valore di business, si tratta di rimboccarsi le maniche e procedere.

[Come migrare i workload on-premise VMWare e Database Oracle su Oracle Cloud Infrastructure. Il 6 maggio appuntamento con Riccardo Magnani, Oracle Technology Cloud Architect e Natale Paonita, Principal Cloud Architect. Qui tutti i dettagli per partecipare]

migrare i workload on premise

Gli strumenti per migrare i workload verso il cloud

Successivamente alla componente di assessment necessaria per costruire una mappa iniziale dell’architettura It del cliente, il partner It provvede a individuare gli ambiti di intervento e gli strumenti tecnologici adeguati.

Come accennato, la migrazione dei dati e dei processi applicativi è componente basilare per un progetto di digital transformation. L’attività si esegue con strumenti applicativi specifici che supportano il partner e l’azienda cliente in questa fase delicata.

LEGGI ANCHE: Migrazione al cloud: è più facile con gli strumenti giusti

Molti software vendor propongono questo tipo di soluzioni. Tra queste, una che ha riscosso particolare interesse deriva dalla collaborazione tra Oracle e VMware. La partnership annunciata ufficialmente nel 2019 ha prodotto Oracle Cloud VMware Solution, disponibile già dall’anno scorso ai partner dei due ecosistemi.

I vantaggi di Oracle VMware Cloud Solution

Oracle Cloud VMware Solution è una piattaforma cloud di seconda generazione che crea un ecosistema tecnologico in grado di espandersi e migrare velocemente su nuove piattaforme più resilienti e innovative. Questa la definizione in sintesi. Il lancio della piattaforma ha da subito creato particolare interesse, anche grazie al forte endorsement di Larry Ellison. Vediamo, allora, la caratteristica distintiva di Oracle Cloud VMware Solution.

Keyword: libertà. Al tempo Larry Ellison affermò che Oracle, in qualità di Cloud Service Provider, è l’unico che concede ai clienti la totale libertà di gestire i loro stack VMware attraverso tool nativi. Questa libertà, e la conseguente flessibilità, è il fattore distintivo principale della piattaforma realizzata da VMware e Oracle.

Se nel caso delle soluzioni equivalenti per ambienti Amazon AWS, Microsoft Azure e Google Cloud, si presentano vincoli e si distribuisce la responsabilità di gestione, in questo caso si è scelto di fornire la piattaforma e di delegare totalmente la gestione o all’azienda o al partner It.

Più flessibilità, dunque, che si traduce in totale libertà decisionale e in opportunità di valore per i partner It. Una flessibilità che si sposa perfettamente con i princìpi che hanno guidato la realizzazione della seconda generazione di Oracle Cloud Infrastructure.

In sintesi, la totale libertà di gestione degli stack VMware si traduce in questi effettivi vantaggi:
– Nessuna modifica ai workload VMware esistenti
– Completo e avanzato controllo di tutta l’infrastruttura It
– Ambiente Oracle di destinazione protetto, isolato e dedicato
– Attività di migrazione più facili e immediate
– Compatibilità nativa con altri servizi cloud di Oracle
– Alte performance garantite e verificabili.

Un webinar Oracle per convincersi definitivamente

Non siamo ancora convinti che migrare i workload on premise attraverso Oracle Cloud VMware Solution sia la soluzione migliore? Allora siamo il pubblico giusto per il webinar: Come migrare i workload on-premise VMWare e Database Oracle su Oracle Cloud Infrastructure.

Il 6 maggio 2020 appuntamento con Riccardo Magnani, Oracle Technology Cloud Architect e Natale Paonita, Principal Cloud Architect.

Durante questo breve webinar, ad alta impronta tecnologica (pochissime slide e molta operatività sui sistemi), i due specialisti di Oracle mostreranno come migrare facilmente sul cloud in maniera seemless i principali Building block di ogni applicazione enterprise ovvero virtual machine VMware-to-VMware e DataBase Oracle su Oracle Cloud Infrastructure.

Cosa aspetti? Registrati subito qui, i posti sono limitati!

REGISTRATI AI WEBINAR ORACLE REFERENCE ARCHITECTURE

Migrare i workload on premise: l’approccio Oracle con VMware ultima modifica: 2021-05-03T22:15:35+00:00 da Valerio Mariani

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here