HPE GreenLake è la piattaforma simbolo della progressione del modello as a service tra le imprese e i system integrator. Hewlett Packard Enterprise, in collaborazione con V-Valley (Esprinet), in questa esclusiva intervista multimediale con Erika Vinciguierra, Channel Cloud Solution Hunter at Hewlett Packard Enterprise, ci spiega i segreti di un simile successo.

HPE GreenLake cos’è… prima di tutto

Ma, come sempre, andiamo con ordine, intanto le presentazioni, HPE identifica e racconta il suo GreenLake come un modello di distribuzione dell’IT consumption-based. Attivabile su un ambiente cloud ibrido che sfrutta strutture pubbliche e private, HPE GreenLake è di fatto una piattaforma cloud per dati e applicazioni, completa di hardware, software e servizi, da fornire in modalità pay-per-use. Qui comunque abbiamo preparato una guida esclusiva che spiega per filo e per segno che cosa è HPE GreenLake.

Detto del cosa, poi c’è il come, ed un come di tassi record di crescita che si stanno registrando in tutte le geografie in cui questa piattaforma è atterrata, Italia compresa (qui tutte le ultime novità). 

Il motivo è abbastanza semplice ed è tutto nel payoff stesso di questa piattaforma “il cloud che viene da te”. Si tratta infatti di una soluzione che interpreta in maniera perfetta il bisogno, tutto contemporaneo e tipico di questa fase di ripartenza, che le aziende hanno in termini di flessibilità, agilità (sia a livello tecnologico che economico) di strumenti e soluzioni digitali. Soluzioni che, complice anche l’accelerazione violenta imposta dalla pandemia sono di fatto diventate parte integrante e vitale di ogni singolo processo aziendale. 

Ma c’è di più, questa corsa verso il cloud, al tempo della pioggia di cyberattacchi e delle pressioni sulla compliance al GDPR, le aziende la vogliono intraprendere nella maniera più sicura, controllabile e “territoriale” possibile. Avere dunque a disposizione potenza di calcolo, server, storage, data center con la flessibilità del cloud ma con il controllo e la prossimità delle soluzioni “onpremise” è un sogno che tutti, nessuno escluso, oggi hanno la necessità di trasformare in realtà. Ed è proprio questo il senso di “cloud che viene da te”.

HPE GreenLake perché adesso, perchè serve

Un cloud nuovo, contemporaneo, un po’ più fisico… su cui ora Erika Vinciguerra, Channel Cloud Solution Hunter at Hewlett Packard Enterprise, ci racconta tutto in una  guida multimediale appositamente creata e voluta da  Hewlett Packard Enetrprise e un distributore a valore come V-Valley (Esprinet). HPE GreenLake è uno degli strumenti migliori su cui partner e system integrator oggi possono scommettere ma per farlo servono competenze e idee chiare. 

Erika il concetto di as a service per tutti è spesso associato soprattutto alla parte software e invece HPE GreenLake si propone di allargarlo ed estenderlo anche la componente Data Center… ma come si fa? 

«Semplice – spiega la manager -, con HPE GreenLake possiamo indirizzare soluzioni di infrastructure as a service e platform as a service, software as a service… anche se l’acronimo più usato da noi in azienda è lo xaas che cosa significa: distribuire e usare la tecnologia a servizio ovunque questa risieda. Green Lake, ci tengo a dirlo, è il nome commerciale che abbiamo dato alla nostra soluzione as a service, è il cloud che viene da te basato sui concetti delle everything as a service, everywhere, un modello cloud che permette alle soluzioni digitali di essere facilmente accessibili e adattabili a qualsiasi organizzazione… per dimensioni o di settore. Tutti ne parlano e come hai menzionato siamo in crescita perché è una soluzione ancora oggi unica sul mercato. È una soluzione hybrid dove l’infrastruttura può continuare a rimanere on premise ma si possono utilizzare le risorse in modo scalabile. Il vantaggio dunque è quello di poter rispondere alla velocità, agilità, flessibilità, che i clienti cercano per rispondere rapidamente alla domanda del mercato… il tutto mantenendo il controllo di infrastruttura, dati, applicazioni e carichi di lavoro in sicurezza».

Ma a chi conviene e perché conviene questa piattaforma? 

«Conviene – spiega Erika Vinciguerra – quei clienti che hanno già una strategia cloud aziendale, quei clienti che vogliono fare un’esperienza multicloud ma anche a quei clienti che ad oggi non hanno una strategia cloud aziendale. Ecco che questo modello può aiutarli a mettere su strada un nuovo modo di business. HPE GreenLake è perfetta per clienti che non hanno previsioni su come crescerà il proprio business e anche per quelli che hanno delle crescite improvvise… e hanno bisogno di fare delle espansioni. Chiunque adotti comunque questo modello avrà subito il vantaggio di evitare quello l’ esborso di capitale iniziale e potrà muoversi verso una locazione più ottimizzata del budget perché si pagano le risorse distribuite nel tempo, evitando così di fare anche over provisioning».

Perché è HPE GreenLake è una soluzione diciamo amica del canale dei partner dei sistemi integrator? 

«Perché con questa soluzione i partner possono portarsi a portfolio, all’interno della propria azienda, una soluzione che si differenzia sul mercato. Attraverso questa soluzione, integrando anche i loro servizi, hanno la possibilità di offrire ai loro clienti un efficientamento delle risorse IT e allineare i costi a quelle che sono le esigenze aziendali. Addirittura, con la vendita di questo modello i partner, che hanno una certa tipologia di partnership con HPE, possono anche usufruire di interessanti rebate sulla vendita».

In tutto questo perché il filo rosso la collaborazione che unisce Hewlett Packard Enterprise ed Esprinet è speciale, cosa vi rende diversi e unici?

«Ci rende diversi e unici – conclude Erika – la capacità, da sempre marchio di fabbrica in Esprinet, di essere un importante distributore che da anni segue e crede nelle soluzioni HPE e ancora oggi ci supporta nello sponsorship e nella vendita di questa soluzione»

HPE GreenLake, la rivoluzione as a service che sta conquistando il canale. La guida definitiva ultima modifica: 2022-08-01T00:22:41+02:00 da Marco Lorusso

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here