hybrid IT cos’è e quanto è utile? Per trovare la risposta più corretta si deve assimilare il concetto che hybrid IT ormai non è più solo una tendenza. Secondo i dati di MRFR (Market Research Future) il mercato globale del cloud ibrido raggiungerà i 140 miliardi di dollari nel 2023 con una media di crescita del business del 24% anno su anno.

Si tratta di una percentuale di crescita molto incoraggiante per tutti fornitori It che indica chiaramente che la strada per un’infrastruttura It ibrida è tracciata. Distribuire gli asset tecnologici in un ambiente misto tra cloud privata e pubblica è il giusto compromesso tra le esigenze di innovazione e il rispetto della compliance.

Da una parte, mantenere le infrastrutture It on premise non garantisce l’agilità necessaria a tenere il passo con l’innovazione e, di conseguenza, con la concorrenza. Dall’altra, tenere i dati aziendali sotto controllo e chiaramente localizzati, permette alle aziende di soddisfare più agevolmente le richieste di normative come il GDPR.

[Vuoi sapere tutto su Hybrid IT cos’è? Il prossimo 20 novembre non perdere l’appuntamento con Micro Focus Summit 2019 – Full Speed to Digital Innovation (#MFSUMMIT2019), l’evento più atteso di questa seconda parte dell’anno. Qui tutti i dettagli]

La necessità di un cloud ibrido e di una gestione IT adeguata

Sapere che i dati risiedono in un cloud privato ospitato in un data center garantisce sicurezza, compliance e maggiore facilità di accesso. Generalmente, infatti, una infrastruttura cloud privata ospita aree e processi di backup e disaster recovery, mentre al cloud pubblico si delega lo sviluppo e la gestione delle applicazioni in uso.

Definito lo scenario, risulta più chiaro capire hybrid IT cos’è e come si gestisce. Evidentemente si tratta dell’insieme di piattaforme e applicativi necessari a garantire una gestione corretta, sicura e adeguata di un’infrastruttura IT ibrida.

In particolare, spostare gli ambienti di sviluppo e di testing applicativo su un cloud pubblico ora non solo è possibile ma anche consigliato. Sfruttando gli strumenti di gestione leader di mercato, infatti, l’azienda può accelerare la distribuzione delle risorse IT in tutti gli ambienti. Può anche contare su una maggiore efficienza grazie all’automazione delle attività di routine e, infine, sfruttare la flessibilità e l’evoluzione delle tecnologie, senza preoccuparsene.

LEGGI ANCHE: Così il software rende migliori imprese e business

In un ambiente ibrido, infatti, l’azienda ha a disposizione una scelta di soluzioni impensabile finora e può delegarne al cloud provider la manutenzione e l’aggiornamento. Anche un’azienda con una divisione IT strutturata per cavarsela da sola comprende cosa è la gestione IT ibrido e sa trarne giovamento. Ma ci vogliono gli strumenti e la metodologia giusta.

Micro Focus ha la soluzione giusta

Micro Focus è da sempre leader nel mondo nello sviluppo e nella gestione software e sa perfettamente cosa è Hybrid IT e la sua gestione. L’azienda americana ha una soluzione specifica e omnicomprensiva per la gestione degli ambienti IT ibridi che prevede cinque scenari principali.

Si parte con Operations Bridge, ambiente di monitoraggio delle operazioni compatta, orientata ai servizi e autonoma. La promessa è di ridurre i costi di manutenzione e di accelerare i processi grazie al monitoraggio, alle analisi e alle correzioni automatizzate.

Si prosegue con soluzioni specificamente basate su DevOps per l’orchestrazione e la migrazione su ambienti multi-cloud. Ancora, la soluzione di Micro Focus fornisce la gestione dei servizi aziendali e IT, dei rischi e della compliance e, infine la definizione dei processi di backup e ripristino.

La soluzione Application Performance Management, inoltre, consente la visuale completa delle prestazioni delle applicazioni desktop fruibili via web o app mobile e residenti in ambienti IT ibridi e cloud. Micro Focus si pone, così, come fornitore completo di soluzioni per la gestione delle operations in ambienti eterogenei.

Tutti gli strumenti sono integrati nella piattaforma ITOM.

Per descrivere al meglio l’offerta per le aziende pronte alla transazione verso Hybrid it, Micro Focus dà appuntamento a tutti al
Micro Focus Summit 2019 – Full Speed to Digital Innovation (#MFSUMMIT2019) previsto per il 20 novembre al Museo Storico Alfa Romeo ad Arese (MI).

Sergentelorusso.it si occuperà della diretta dall’evento con articoli, video e interventi dei protagonisti.

Hybrid IT cos’è, come si gestisce e perché le aziende ne hanno bisogno ultima modifica: 2019-11-11T23:22:05+00:00 da Valerio Mariani

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here