Un nuovo colpo messo a segno da ICOS, il value added distributor (VAD) di eccellenza, con sede a Ferrara, in Emilia Romagna, che da oltre trent’anni incrementa quotidianamente le sue competenze, allestendo un vasto ecosistema.

Dopo i recenti impegni con la multinazionale XM Cyber e la californiana Skybox Security, il focus, dalla sicurezza, arriva ad abbracciare l’innovazione a 360 gradi. A beneficiarne sarà StarWind, società privata fondata nel 2009 con quartier generale in Massachusettes.

Il comparto informatico sta attraversando un periodo di forte mutamento nel quale i dati si confermano il nettare delle aziende. Iniziative come quella che ci accingiamo a spiegare possono rivoluzionare abitudini e modo di lavorare. Quali prospettive si generano ora? Vediamolo.

I termini dell’intesa

L’accordo, di cui è stata data da poco comunicazione, si incentra sulla distribuzione dei prodotti StarWind, che si dividono in due principali filoni.
Da un lato il “Software Defined Storage” (SDS), ovvero l’archiviazione di file e documenti, che avviene in maniera completamente indipendente dall’hardware nel quale essi sono contenuti. Un’idea che consente di espandere le capacità di immagazzinamento, velocizzando il workflow negli uffici e non solo.

Secondo core business del nuovo partner di ICOS è l’appliance per le infrastrutture iperconvergenti, un’architettura che comprende tutti gli elementi che caratterizzano i tradizionali data center, in particolare gli “edge”, che si rivelano utili soprattutto a livello locale. Nota con la sigla HCA, l’Hyperconverged Appliance unifica in una sola piattaforma server e network.

ICOS coprirà una parte importante della filiera, occupandosi della fornitura del materiale, ma anche delle operazioni attinenti alla prevendita, del supporto tecnico e della formazione. Un quadro completato da una valida esperienza nel marketing, che andrà a creare molteplici opportunità. Gli uffici di ICOS sono sparsi sulla penisola: Milano, Roma, Bolzano, una rete di servizi che dedica un’attenzione costante al fenomeno della digital transformation e alle tendenze in atto.

La portata della notizia

Nell’offerta SDS spicca lo Starwind Virtual SAN (VSAN), che elimina totalmente la necessità di servirsi degli array fisici, strutture complesse dedicate alla condivisione. Un mondo in cui rivestono un ruolo chiave gli hypervisor, programmi che gestiscono il rapporto tra computer e applicazioni, e domina la metodologia plug and pay, che consiste nella possibilità di installare e configurare prescindendo dalle procedure specifiche. In tale scenario si possono ravvisare benefici concreti considerando i costi contenuti e la semplicità nel management.

L’obiettivo è garantire alte prestazioni, una diffusa flessibilità e ampia disponibilità a PMI (Piccole e Medie Imprese) oltre che alle filiali distaccate delle grandi organizzazioni. Si arricchisce così il portfolio di ICOS e della divisione dedicata all’intelaiatura dei sistemi informativi, che va dall’on-premise al cloud, distinguendosi per efficienza e funzionalità.

Federico Marini - Managing Director di ICOSUn trend confermato dal Managing Director di ICOS, Federico Marini, che in una nota stampa ha affermato: “StarWind è un vendor di rilievo tra i player del settore ed ha un target interessante. L’eccellenza tecnologica e le strategie intraprese sono perfettamente in linea con le esigenze di ICOS. Ho molta fiducia sul successo di questa collaborazione.”

 

 

 

ICOS distribuirà le soluzioni di StarWind ultima modifica: 2021-06-16T17:19:56+00:00 da Emanuele La Veglia

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here