È arrivata l’ora X: è diventata effettiva la separazione tra Kyndryl e IBM, dopo che nel corso del 2021 erano stati fatti tutti i passaggi necessari come abbiamo raccontato qui.
IBM, in ogni caso, manterrà – temporaneamente – il 19,9% del capitale di Kyndryl. Con la separazione, big Blue rimarrà incentrata su Hybrid Cloud e AI; mentre Kyndryl si presenta sul mercato come il maggiore fornitore di infrastrutture informatiche del mondo, con un approccio differenziato capace di integrare sviluppo, sicurezza e operazioni.

Obiettivo: mercato enterprise

In particolare, l’obiettivo sono le grandi imprese: già oggi Kyndryl è in grado di offrire consulenza, implementazione e gestione di servizi a più di 4.000 clienti su scala globale, incluso il 75% delle aziende della Fortune 100 e le principali società di servizi finanziari, telecomunicazioni, vendita al dettaglio, trasporto aereo e automobilistiche.

Gli obiettivi di mercato sono chiari anche dalle parole di Martin Schroeter, presidente e amministratore delegato di Kyndryl: “Il bisogno di servizi di trasformazione digitale è in crescita e la nostra competenza globale nella creazione, gestione e modernizzazione di sistemi informativi cruciali ci posiziona ottimamente in un mercato la cui espansione supererà i 500 miliardi di dollari entro il 2024. Non vediamo l’ora di affrontare il cammino che ci attende, con un’azienda più snella e veloce capace di segnare il progresso per i nostri clienti.”

Kyndryl, già al momento della sua costituzione può contare su 90.000 professionisti e circa 19 miliardi di dollari di fatturato annuo e relazioni consolidate con i clienti che assicurano costanti flussi di entrate. A livello italiano, Kyndryl Italia ha una base di partenza di circa 820 milioni di dollari di fatturato annuo, circa 1500 dipendenti, una quota di mercato del 22% e circa 250 clienti, oltre a possedere 3 Data Center, 2 centri di Disaster Recovery.

La partnership con Microsoft

Kyndryl – pochi giorni dopo lo spin-off ufficiale – ha dimostrato di volere approfittare della maggiore autonomia da IBM, siglando una partnership estremamente significativa con Microsoft.

Insieme, le aziende porteranno sul mercato soluzioni all’avanguardia costruite su Microsoft Cloud per accelerare l’adozione del cloud ibrido, modernizzare le applicazioni e i processi, supportare i carichi di lavoro mission-critical e consentire ai clienti di vivere esperienze di lavoro moderne. Le due multinazionali porteranno congiuntamente soluzioni per i clienti nei settori della modernizzazione dei dati e della governance, delle innovazioni guidate dall’AI per le industrie, della sicurezza informatica e della resilienza e della trasformazione dei carichi di lavoro mission-critical nel cloud. Kyndryl metterà a disposizione servizi di consulenza, implementazione e gestione per i complessi ambienti IT ibridi, beneficiando del possibile ingresso in ulteriori mercati.

Microsoft, d’altro canto, diventa l’unico Premier Global Alliance Partner di Kyndryl e potrà così accedere al mercato dei servizi gestiti da 500 miliardi di dollari, in cui Kyndryl è leader. L’innovazione sarà cruciale nella partnership: sarà istituito un laboratorio di co-innovazione per sviluppare rapidamente e portare sul mercato nuove capacità dei clienti costruite su Microsoft Cloud. Per rafforzare ed espandere le competenze tecniche, Microsoft stabilirà la “Kyndryl University for Microsoft” alimentata da Microsoft per scalare rapidamente le competenze dei professionisti Kyndryl.

“Come azienda indipendente stiamo investendo nel nostro ecosistema di partner per sostenere il successo dei nostri clienti, e siamo concentrati sull’espansione delle nostre opportunità di mercato attraverso il cloud, i dati, la sicurezza e l’automazione intelligente”, ha dichiarato Martin Schroeter, Presidente e CEO di Kyndryl. “In questa relazione storica, Kyndryl abbina la profonda esperienza nei sistemi IT mission-critical con i vantaggi del cloud Microsoft per essere al centro del progresso dei propri clienti globali.”

 

 

 

Kyndryl, finalizzata la separazione da IBM ultima modifica: 2021-11-15T16:01:49+00:00 da Sara Comi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here