Tra le principali novità cui abbiamo assistito a Microsoft Ignite 2021 vi è senza dubbio Microsoft Loop, un nuovo software che porta nell’ecosistema di Office uno strumento capace di enfatizzarne la natura collaborativa e votata all’interoperabilità.
Microsoft Loop diventa quindi, nella sua prima final release, la concretizzazione di Fluid Framework, che ne ha anticipato sia la logica che i contenuti principali, fortemente orientati al supporto del lavoro ibrido, che è diventato il nuovo standard di riferimento a partire dalla pandemia Covid-19, creando una rivoluzione nel modo di lavorare destinata in buona parte a durare ed evolversi nel new normal che in cui siamo inevitabilmente proiettati.

Cos’è Microsoft Loop

Sul nuovo sito ufficiale, Microsoft Loop è definito quale un “flexible canvas” ossia una “tela flessibile” in cui è possibile condividere una serie di componenti in maniera libera e sincronizzabile in tempo reale su più applicazioni. Microsoft Loop è dunque un vero e proprio hub collaborativo orientato alla gestione dei documenti e delle informazioni condivisibili con un’ampia tipologia di software.

A livello di funzioni, Loop ricorda molto da vicino Notion, che al momento costituisce probabilmente il punto di riferimento per questo genere di applicazioni, anche se Microsoft punta a differenziarlo grazie alla sua integrazione nativa con Office e Teams, che consente di mantenere gli stessi formati file e molti strumenti famigliari per chi è abituato a lavorare con la piattaforma Microsoft, soprattutto se utilizza già il suo ecosistema di applicazioni all’interno delle proprie pipeline.

Microsoft Loop si basa su tre elementi fondamentali: i componenti Loop, le pagine Loop e le aree di lavoro Loop. Queste ultime sono delle bacheche virtuali che possono essere condivisi tutti gli elementi su cui un team di lavoro è attivo. È appunto il caso delle pagine Loop e dei componenti Loop, che sono dei veri e propri contenuti aggiornabili in tempo reale su più applicazioni, oltre ad essere disponibili gratuitamente a tutti per condivisioni e revisioni.

Al primo impatto Loop si presenta con quell’interfaccia un po’ Outlook, un po’ OneNote senza essere però direttamente paragonabile ad altre applicazioni Office, in quanto la sua natura appare sin da subito quella di un vero e proprio file explorer dalla spiccata vocazione multimediale, capace di coinvolgere un’ampia tipologia di documenti per organizzarli e editarli in tempo reale.

I componenti Loop hanno infatti una natura molto variegata e possono provenire da altre applicazioni Office, come nel caso di un elenco condiviso su un canale Teams, piuttosto che un calendario condiviso su Outlook, un documento di Word o una presentazione di Powerpoint. L’integrazione offerta da Loop nella sua area di lavoro consente di rendere ancora più collaborativi i progetti, con la possibilità di copiare ed incollare al volo i contenuti su tutte le applicazioni della piattaforma Office.

Secondo le definizioni ufficiali, gli elementi fondamentali di Microsoft Loop si configurano come segue:

  • Aree di lavoro Loop (Loop Workspaces):Spazi condivisi che consentono a te e al tuo team di vedere e raggruppare tutto ciò che è importante per il tuo progetto, rendendo più facile recuperare il ritardo su ciò su cui tutti stanno lavorando e tenere traccia dei progressi verso gli obiettivi condivisi. Divulgheremo ulteriori informazioni sulla disponibilità dell’app Microsoft Loop nei prossimi mesi”. (fonte Microsoft)
  • Pagine Loop (Loop Pages):Canvas flessibili in cui è possibile organizzare i componenti e inserire elementi utili come collegamenti, file o dati in modi che si adattano alle esigenze specifiche del progetto. Le pagine loop possono iniziare in piccolo e continuare a crescere per adattarsi alle dimensioni delle tue idee”. (Fonte Microsoft)
  • Componenti Loop (Loop Components):Unità atomiche di produttività che consentono di collaborare al flusso di lavoro, su una pagina Loop o in una chat, e-mail, riunione o documento. I componenti di Loop possono essere semplici come elenchi, tabelle, note, o sofisticati come un’opportunità di vendita per i clienti da Dynamics 365. E poiché i componenti rimangono sincronizzati, indipendentemente dal numero di punti in cui appaiono, stai sempre lavorando con le informazioni più recenti. I componenti di loop nelle applicazioni Microsoft 365 iniziano a essere implementati ora”.

Secondo questa logica, i componenti vengono condivisi nelle aree di lavoro Loop condivise con i team, che assumono le sembianze di una scheda di progetto moderna, in cui non c’è una reale linea di confine tra un software e l’altro, ma i contenuti sono sempre pronti per essere creati, modificati e soprattutto aggiornati in tempo reale per chiunque debba accedervi, per una rapida lettura, piuttosto che per una sostanziale variazione.

Microsoft Loop estende le funzionalità di Office per la collaborazione

Anche se appare evidente come uno strumento di questa natura fosse utile ad Office a prescindere dalla pandemia Covid-19, lo stravolgimento delle modalità organizzative del lavoro cui abbiamo assistito negli ultimi 18 mesi hanno reso di fatto irrimandabile lo sviluppo di un’applicazione che presenta una vocazione perfetta per assecondare tutte le caratteristiche che si richiedono ad un software chiamato a gestire e condividere i documenti di lavoro. Microsoft Loop è uno strumento nato per condividere ed evoluto come piattaforma per la gestione documentale nel contesto del lavoro in remoto e del lavoro ibrido.

Le prime implementazioni prevedono i componenti Loop per Teams, Outlook e OneNote, con l’obiettivo di garantire progressivamente l’interoperabilità per tutte le applicazioni di Microsoft 365, a partire da Word, Excel e Powerpoint.

A livello di applicazioni, come abbiamo anticipato, Loop non costituisce una novità a livello concettuale, in quanto Notion già da tempo garantiva questo genere di funzionalità, cui Loop pare essersi ispirato in maniera piuttosto evidente. La differenza sostanziale, almeno valutando la primissima implementazione di Loop, è costituita dal voler fare dell’integrazione con gli altri strumenti Office il suo punto di forza, mentre Notion ha sin dall’inizio proposto uno scenario del tutto differente nella gestione documentale, del tutto indipendente dai prodotti di casa Microsoft.

In attesa di una prova sul campo, faremmo al momento molta fatica a rispondere quale delle due soluzioni sia in prospettiva migliore, perché sono prodotti evidentemente tanto simili a livello funzionale, quanto differenti dal punto di vista applicativo. Per quanto le dimostrazioni cui abbiamo assistito ad Ignite costituiscano un ottimo spot per Loop, occorrerà testare con mano soprattutto quella continuità tra le varie applicazioni che i componenti promettono di implementare.

Occorre dunque valutare nello specifico le esigenze dell’azienda che intende adottare una soluzione di gestione documentale, anche se Microsoft punta con estrema decisione sul fatto che chi utilizza già Office all’interno della propria pipeline, con Loop non dovrà fare altro che estendere alcune funzionalità che verranno rese disponibili in ciascuno dei software che compongono la suite di office automation più diffusa al mondo.

Loop consolida l’ecosistema di Microsoft per il lavoro ibrido creando nuove opportunità per gli sviluppatori e i system integrator

La natura dichiaratamente cross app e collaborativa di Microsoft Loop promette di estendere ulteriormente quel flusso che l’evoluzione di Office e lo straordinario investimento effettuato su Teams hanno già fatto intravedere in termini di integrazione all’interno di Windows 11, la nuovissima versione di Windows disponibile per tutti gli utenti dall’inizio del mese di ottobre.

L’interoperabilità tra le varie applicazioni consentirà inoltre di avvalersi delle funzionalità presenti su Microsoft Azure per sviluppare nuovi servizi e soluzioni di terze parti. In altri termini, Loop introduce ulteriori opportunità per gli ISV (Independent Software Vendor) e i system integrator che rientrano nel cuore della strategia dedicata ai partner di canale su cui Microsoft sta investendo moltissimo per rendere sempre più solidi e partecipati tutti i suoi ecosistemi.

Per saperne di più su Microsoft Loop, trovate qui tutti i dettagli direttamente dal sito ufficiale e uno speciale trailer di presentazione.

 

 

Microsoft Loop, più collaborazione per Office e Teams in ottica lavoro ibrido ultima modifica: 2021-12-23T10:36:22+00:00 da Francesco La Trofa

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here