Netskope, società specializzata nella cloud security, ha creato un forum per i propri clienti che potranno, nell’immediato, entrare facilmente in contatto con una rete di professionisti navigati. Con tale idea si vuole applicare il concetto del peer learning o “educazione tra pari”, un approccio cognitivo, esteso all’informatica, che permette uno scambio reciproco tra persone di formazione simile.

La software house americana ha deciso di dar vita a un network in cui si moltiplicheranno le aree di competenza, con il fattore comune della passione, motore necessario per individuare, e seguire, i trend in atto. Dietro l’iniziativa ci sono i valori fondanti di Netskope e, guardando in avanti, si possono immaginare una serie di funzionalità interessanti. Approfondiamo la notizia.

L’esperienza di Netskope

Come anticipato, Netskope è un vendor di rilievo internazionale che dalla California ha consolidato la sua presenza in tutto il mondo. Il punto di forza principale della multinazionale è una platform che ha il suo focus nei dati, la vera miniera d’oro delle imprese di qualunque settore. La tendenza ad archiviare online una grande quantità di file, e applicativi, sta prendendo sempre più piede nello scenario attuale.

Una condivisione efficace può connettere tra loro infrastrutture IT e singoli device. Gli step previsti sono esclusivamente nativi, cioè progettati apposta per la piattaforma. Il Secure Web Gateaway (SWG) provvede al filtraggio degli URL, mentre il monitoraggio avviene con un broker CASB, architettura di elaborazione che facilita l’interconnessione. A chiudere il cerchio lo Zero trust network (ZTNA), set di tecnologie adattive in grado di ridurre al minimo i rischi.

Netskop è noto come leader SASE, modello che si spinge oltre il perimetro aziendale, ampliando gli orizzonti della cybersecurity alle postazioni domestiche e di smart working. Nel suo universo aggiunge adesso un servizio che apre a nuove prospettive per il supporto e l’incremento di conoscenze, come si può vedere nel video introduttivo. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

Le caratteristiche della community

Offrire agli utenti prestazioni ottimali ad un TCO (Total Cost of Ownership) ridotto. Nella vision di Netskope si inserisce perfettamente la community che si presenta uno spazio dove potersi porre domande a vicenda ed essere informati sugli eventi in programma. Un’esigenza delineatasi in seguito ai recenti lockdown e la conseguente impossibilità di confronti dal vivo.

“Il lavoro remoto è destinato a durare – ha spiegato Jason Clark, Chief Strategy Officer di Netskopee richiede una collaborazione continua tra gli attori coinvolti. Da qui
l’investimento sulla community, dalla quale speriamo di ricevere quanto prima regolari feedback. Questi ultimi ci permetteranno di dare un contributo ancora maggiore al nostro ecosistema”
. A partire dalla home si possono, ad esempio, visualizzare i temi gettonati del momento.

Tra i capisaldi del progetto c’è la “Topic Subscription”, ovvero la possibilità di ricevere determinati aggiornamenti personalizzati, selezionando i propri interessi a riguardo. Al centro abbiamo, naturalmente, la “Discussion Boards”, il luogo dove si sviluppa il confronto su sicurezza, protocolli e sistemi operativi e tanto altro. Attraverso “Dynamic Content” indica le conversazioni correlate, mentre con l’opzione “Incentivi” i partecipanti guadagnano dei crediti virtuali, in base alle attività svolte, salendo così di livello, in modo da sbloccare ulteriori opportunità nelle successive visite.

 

 

 

Netskope lancia una community online ultima modifica: 2021-05-26T15:45:05+00:00 da Emanuele La Veglia

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here