La sicurezza informatica rappresenta una delle priorità numero uno delle aziende italiane. Ma il rischio è di essere sempre un passo indietro ai cybercriminali, che sono costantemente impegnati nel trovare nuove falle e metodi di attacco per portare via dati e informazioni sensibili o – peggio ancora – per ricattare le imprese. Per questo motivo occorre cercare di essere un passo avanti agli hacker, investendo in ricerca e sviluppo e trovando così nuove formule di protezione. In questo senso va l’iniziativa di ReeVo S.p.A. provider italiano di Cloud & Cyber Security, che ha inaugurato a Catania un centro d’eccellenza focalizzato su ricerca, analisi e sviluppo delle soluzioni di Cyber Security. Si tratta di un vero e proprio polo di ricerca tutto italiano, nato in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Elettronica e Informatica dell’Università di Catania, che rappresenta uno dei principali centri di competenza italiani in materia di cybersecurity. Tra gli obiettivi principali di questa cooperazione, c’è la volontà di creare un laboratorio a tutto tondo come acceleratore nella R&D delle soluzioni e tecnologie di Cyber Security, valorizzando e supportando lo sviluppo dei talenti italiani. Proprio per questo motivo, nel corso del 2022, ReeVo sponsorizzerà due borse di studio destinate a favorire la formazione di questi professionisti.

LEGGI ANCHE: Ransomware cos’è, come funziona e perché continua a colpire duro


L’iniziativa rientra nel percorso di sviluppo portato avanti da Reevo, che vuole dare anche un’importante centralità alle tematiche sociali. Come spiega Antonio Giannetto, Amministratore Delegato di ReeVo, “Per un’azienda italiana come ReeVo, che crede nella centralità di questo Paese, è una grande soddisfazione stimolare e coinvolgere i brillanti talenti italiani che bussano alle porte delle nostre università. I nostri giovani potranno collaborare e contemporaneamente studiare, analizzare e proporre nuovi modi e nuovi strumenti per proteggere al meglio il patrimonio dei dati, sia delle aziende che della Pubblica Amministrazione”. 


L’impatto positivo del progetto è stato sottolineato da Daniela Giordano, Professoressa Ordinaria di Sistemi di Elaborazione dell’Informazione dell’Università di Catania: “Accogliamo l’iniziativa di ReeVo con grande interesse ed entusiasmo per gli obiettivi concreti e rilevanti che si prefigge di raggiungere. Grazie a questa collaborazione i nostri corsi di studio, che già formano valenti ed apprezzate figure professionali, potranno incrementare le opportunità di formazione all’avanguardia in un settore di punta che sarà sempre più strategico. Ma il vero impatto atteso riguarda un aspetto ancora più importante, ovvero sostenere efficacemente il circolo virtuoso per cui alimentando l’offerta di lavoro di alto profilo si possono trattenere nel nostro territorio i nostri migliori talenti”.

ReeVo, inaugurato a Catania un centro d’eccellenza focalizzato sulla Cyber Security ultima modifica: 2022-05-12T16:41:23+02:00 da Sara Comi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here