Tablet in caduta libera. L’unico lato positivo è che il declino del terzo trimestre 2018 non è stato di nuovo a due cifre. Mentre i trimestri del 2017 hanno visto solo cali a una cifra, il primo e il secondo trimestre 2018 erano a due cifre. Le stime arrivano da IDC che, nelle sue stime, considera sia i tablet puri sia i modelli con tastiera inclusa. Più in dettaglio il terzo trimestre del 2018 ha visto un calo dell’8,6% su base annua. Sono state 36,4 milioni le unità di tablet vendute in tutto il mondo, rispetto a 39,9 milioni di unità nello stesso trimestre dell’anno scorso. Nel cuore di questo declino un mercato che sta prendendo strade e forme nuove, diverse…

Le stime di mercato

Detto dei numeri, non proprio confortanti, IDC passa poi alle quote di mercato. Apple mantiene il primo posto anche nel terzo trimestre 2018, con Samsung e Amazon che completano i primi tre posti sul podio. Di tutte le aziende di vertice (le prime cinque) Huawei è stata l’unica a spedire più tablet rispetto all’anno precedente. Secondo le stime di IDC sempre i primi cinque player rappresentano il 68,4 percento dell’intero mercato tablet, contro il 67,1 percento dell’anno scorso.

 

Venendo al dettaglio dei vari protagonisti: le spedizioni di Tablet Apple sono diminuite di 600.000 unità. Apple iPad continua ad essere un prodotto richiesto sul mercato e il nuovo iPad Pro annunciato questa settimana dovrebbe aiutare Apple a conservare il suo primato anche Q4. Per quanto concerne poi i Tablet Samsung si parla di 700.000 unità in meno rispetto al trimestre di un anno fa. Un calo che ha tolto 0,7 punti di quota di mercato a Samsung (dal 15,0% al 14,6%). I modelli di Tablet “puri” sono diminuiti più di quanto le spedizioni di modelli con tastiera integrata. Sembra che il nuovo Galaxy Tab S4 e Galaxy Tab A 10.5 non abbiano inciso molto sui trend. Amazon ha invece consegnato un numero leggermente inferiore di tablet (circa 4,4 milioni), che si è trasformato in un guadagno di 1,0 punti di quota di mercato (dall’11,0 percento al 12,0 percento), più un passaggio al terzo posto. Secondo IDC il guadagno ottenuto dai Tablet Amazon è da attribuirsi alle forti vendite avvenute nel Prime Day. A completare le prime cinque posizioni, Huawei ha spedito altri 200.000 tablet, guadagnando 1,3 punti, e Lenovo ha consegnato 800.000 tablet in meno, perdendo 1,4 punti.

 

Tablet, i convertibili non stanno funzionando

Sempre secondo i ricercatori di IDC uno dei problemi è rappresentato dal ciclo di sostituzione dei tablet che è ancora vicino a quello dei PC tradizionali e lontano invece a quello, molto più dinamico, degli smartphone. In questo senso il 2018 non è stato in grado di invertire la rotta. Non bene anche le ricerche di nuovi form factor. I tentativi di Apple e Microsoft con le “tavolette” rimovibili, con tastiera integrata, non stanno avendo un impatto evidente. «Il mercato “rimovibile” o “ibrido” non ha visto la crescita che ci si aspettava nel 2018, una tendenza preoccupante che ha colpito la categoria tablet già alla fine del 2016 – ha spiegato Lauren Guenveur, ricercatore di IDC -. A ottobre, abbiamo finalmente visto gli aggiornamenti attesi dell’iPad Pro di Apple e Surface Pro di Microsoft, così come i nuovi prodotti di Samsung e Google, che ci portano a credere che l’ultimo trimestre dell’anno trasformerà il trend della categoria rimovibile».

 

IDC: tablet in caduta libera per il 16° trimestre consecutivo ultima modifica: 2018-11-04T23:29:55+01:00 da Marco Lorusso

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here