Ransomware, incidenti, errori umani, semplici sviste… la paura corre veloce sul digitale in questi mesi ma… a riportare un po’ di sereno sul cielo di CIO, IT manager e imprese ci pensa Anita (A New IT Approach), la super eroina nata in casa Netmind in collaborazione con HPE.

Come? Scoprilo nella nuova puntata delle avventure di Anita

Ransomware, disastri, incidenti… sicuro di aver pensato a tutto? Anche alla ripartenza?

I dati sono chiari, nel mondo ogni 11 secondi va dritto al bersaglio un nuovo attacco ransomware. Un click, poi la posta si blocca, poi tocca ai dati e poi tocca all’intera azienda… di ogni forma e dimensione.

Esageriamo? Mica tanto i casi recentissimi sono innumerevoli, l’attacco alla Siae, l’attacco alla Regione Lazio… secondo il Clusit più del 50 per cento delle aziende italiane oggi sono “esposte” a simili attacchi.

E poi? Beh e poi ci sono gli incidenti, che possono sempre capitare, le cause di forza maggiore, un brutto temporale, un errore umano nella configurazione di un server, una piattaforma di storage, un dato condiviso dove non doveva essere condiviso…

E poi? Beh poi si blocca tutto e quando tutto si blocca, oggi, sono guai seri.

Oggi se il digitale, che è entrato in ogni processo aziendale, si blocca, si ferma ogni tipo di attività. Tradotto in tempi di nuova e incerta normalità tutta digitale vuol dire farsi male, malissimo, molto più male di un anno fa a quest’ora.

Ransomware, disastri… hai pensato a come ripartire? Hai pensato ad un vero piano di disaster recovery?

Di fronte ad un simile scenario le domande che tutti, nessuno escluso, gli IT manager e i CIO italiani, e non solo, si stanno ponendo in questo esatto momento sono le stesse:

Ho già pensato ad un piano in caso di un attacco ransomware.?

All’eventualità di non accedere più alle mie risorse?

A come ripartire in tempi brevi in caso di incidente, errore umano o fatalità?

So cosa rischia la mia azienda per ogni minuto che passa senza ripartire?

Domande, tante, risposte poche e difficili in questa fase di corsa e di poco tempo a disposizione per competenze e strategie chiare.

E quindi? Beh c’è Anita

Niente paura… e niente “scherzetti” oggi c’è Anita “a new IT approach”! Una super eroina nata dal potere della partnership che unisce Netmind ad HPE.
L’eroina dell’intelligenza digitale che in un… (avete sentito anche voi la chitarra?) fornisce un piano di disaster recovery basato sulle tue esigenze e quelle della vostra azienda!

Flessibile e scalabile, grazie al modello pay per use pagate solo per le risorse che consumate oggi,
permettendovi di pensare già a quelle di domani !

Grazie ad Anita avrete un modello all-incluse che comprende un’ infrastruttura dedicata, il pieno controllo delle risorse e servizi di aggiornamento, monitoraggio e manutenzione.

Un potere che solo Anita è in grado di assicurarti grazie alla storia e alla potenza della partnership tra HPE e Netmind.

Sicurezza, controllo dei dati, performance elevate, policy management completo!
No, non state sognando … con Anita ripartite sempre, subito e… meglio di prima!

Netmind, l’innovazione che ti serve… subito, in un… (avete sentito anche voi la chitarra?)

 

 

 

Ransomware, disastri, sviste… e se il digitale ti fa uno “scherzetto”? Sai come ripartire? Niente paura ci pensa Anita ultima modifica: 2021-10-30T10:30:59+02:00 da Marco Lorusso

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here