Microsoft Inspire 2021, arriva Microsoft Cloud for Sustainability

Microsoft Inspire 2021 si pone alla ribalta come occasione preziosissima per presentare al pubblico, e agli stakeholders, molti spunti interessanti. Si punta ad un ambiente di lavoro ibrido dove i dipendenti possano tranquillamente cambiare team senza dover incontrare difficoltà logistiche relative allo spostamento dei propri archivi online e al passaggio da un dispositivo all’altro.

Il cloud computing è ormai da anni la risposta a perplessità del genere e, combinato con procedure corrette di cybersecurity, costituisce l’arma in più per tanti professionisti sia dell’ambito creativo, designer o creatori di contenuti, sia del comparto ingegneristico o scientifico. Nell’ottica di una trasversalità colpisce in particolare la mission di Microsoft Inspire 2021 verso un futuro migliore, vediamo perché con le ultime novità.

Microsoft Inspire 2021, l’impegno per il pianeta

A Microsoft Inspire 2021 fa il suo ingresso sulla scena, con l’ufficialità confermata da Satya Nadella, Microsoft Cloud for Sustainability, una soluzione verticale, pensata prettamente per il business. L’idea è aiutare le imprese a ridurre l’impatto ambientale, fissando degli obiettivi da raggiungere in tempi brevi. La preview sarà visibile nei prossimi mesi e consisterà nella possibilità, per manager e CEO, di rendicontare le emissioni prodotte e studiare metodi per limitarle al minimo.

Come ribadito a Microsoft Inspire 2021, la multinazionale mira ad essere completamente green per il 2030, soglia entro la quale vuole arrivare a servirsi solamente di energia pulita per il 100% del proprio consumo. Un approccio che, dall’ambiente, si allarga all’aspetto sociale.
A tal proposito emerge ancora una volta una storia, format che sta caratterizzando Microsoft Inspire 2021 sin dalle primissime battute e con continui riferimenti all’attualità, da Suez a Marte.

Il racconto in questione riguarda uno dei vincitori del prestigioso riconoscimento “Partner of the Year”, la cui premiazione si svolge proprio nel corso di Microsoft Inspire 2021. Protagonista è uPlanner, azienda informatica con sede a Providencia in Cile, che ha utilizzato Microsoft Cloud per aiutare e sostenere centinaia di migliaia di studenti in tutto il Sud America. Un supporto prezioso che ha permesso ai giovani di continuare ad imparare durante la pandemia.

La direzione intrapresa da Microsoft Inspire 2021

Judson Athofft, EVP (Executive Vice President) & Chief Commercial Officer di Microsoft

A Microsoft Inspire 2021 si veicolano strategie rivoluzionarie e volontà di mettersi in gioco. “Abbiamo realizzato grandi cose insieme” ha commentato Judson Athofft, EVP (Executive Vice President) & Chief Commercial Officer di Microsoft, parlando di uno “sforzo erculeo” fatto da più fronti per tenere al sicuro i clienti in un periodo davvero difficile.

Parole che a Microsoft Inspire 2021 risuonano con vigore e riguardano i vari asset tecnologici lanciati o implementati. Ad esempio Microsoft Viva, piattaforma di “employee experience” presentata lo scorso febbraio, è stata arricchita con integrazioni da oltre venti partner, per ampliare la continuità di utilizzo degli strumenti.

Un’operazione simile, come comunicato a Microsoft Inspire 2021, avverrà per Microsoft 365 Lighthouse, pensato per identificare ulteriori strade di crescita e disponibile con un’anteprima. L’idea si rivolge soprattutto ai Managed Service Provider, profilo che si può approfondire con la relativa guida su Sergentelorusso, che su Microsoft Inspire 2021 sta pubblicando report e aggiornamenti.

 

 

 

Microsoft Inspire 2021, arriva Microsoft Cloud for Sustainability ultima modifica: 2021-07-15T16:33:47+00:00 da Emanuele La Veglia

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here