Fatturato in buona salute, una vasta gamma di risorse e solida presenza sul territorio, sono gli elementi fondanti di Sinora, riferimento nella system integration distintosi per una particolare attenzione al mondo delle telecomunicazioni. Dalla sede legale di Riccione arrivano i numeri di un successo che si traduce in un fatturato annuale di oltre 10 milioni di euro.

La specializzazione di SINORA sta in un’ottima combinazione tra radiocomunicazioni professionali e apparati di videosorveglianza. Un core business che deriva dalla fusione, avvenuta nel 2019, tra Eurocom e Saitel, entrambi con una lunga tradizione alle spalle. Vediamo, nel dettaglio, l’impatto che SINORA può dare al suo settore e non solo.

SINORA e la centralità odierna dei system integrator

L’emergenza sanitaria, lo smart working hanno fatto sì che, nel periodo storico in cui ci troviamo, i system integrator assumessero una posizione centrale. Il primo semestre del 2021, per SINORA, è andato ben oltre le aspettative, un traguardo che procede parallelamente all’aumento del personale, nel quale sono state inserite otto nuove figure, incrementando del 15% l’organico.

Senza dimenticare l’espansione geografica con l’inaugurazione, a breve, di un ulteriore punto operativo per un’impresa che, oltre al quartier generale romagnolo, ha sedi a Milano, Bologna e Roma. Un valore ampiamente riconosciuto all’esterno, da un bacino di 7mila clienti che vi si rivolgono per una assortita scelta di prodotti. Parliamo di reti per il collegamento dati, strumenti analogici e digitali, mobility solutions, software di geolocalizzazione e tanto altro. Una realtà, a guida femminile, che vuole investire sul fattore umano, come precisa Sabrina Vescovi, Direttore Generale di SINORA:

“Si tratta – ha detto – di uno sforzo economico, organizzativo, ma anche culturale. I neoassunti hanno esperienza tecnica molto qualificata. Ci fa piacere notare che il progetto sta attirando numerose candidature di rilievo, ciò significa che si percepisce una certa fiducia nel futuro da parte di SINORA. Per noi è importante la formazione interna e l’aggiornamento per chi è con noi da tempo, perché siamo nel mezzo di una costante evoluzione e la nostra forza sta nelle competenze delle nostre risorse.”

Partire dall’analisi, la sfida di SINORA

Negli scorsi mesi SINORA ha avviato una collaborazione con una società di analisi di mercato per individuare le aree che avranno maggiore sviluppo d’ora in avanti, alla luce d’altronde del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR). Lo scopo è di indirizzare le prossime mosse e strutturare l’organizzazione, per allargare sempre i propri orizzonti.

“Il management di SINORA  – prosegue Sabrina Vescovi – non vuole stare con la testa nell’oggi, ma avere una vision a 3-5 anni. Nella trasformazione a cui il Paese va incontro ci sono dei ‘verticali’ molto significativi come lo smart building in merito al quale, ad esempio, stiamo realizzando l’impiantistica di radiolocalizzazione e la distribuzione del segnale cellulare in un’importante torre di Milano. In aggiunta, guardiamo con interesse al 5G, vogliamo rendere noti i vantaggi che possono derivare della tecnologia per tradurla in opportunità.”

Sul post-vendita, il Direttore Generale di SINORA annuncia l’apertura del nuovo punto operativo e precisa che, occupandosi di progettazione customizzata, prossimità e vicinanza diventano fondamentali. Cambiamenti che si palesano in un mercato difficile. “Per ogni azienda che chiude – ricorda Vescovi – c’è un pezzo di competenza che si disperde. Per evitare che ci siano aree scoperte, stiamo rafforzando le partnership con Motorola Solutions e Avigilon al fine di un maggiore supporto. Nemmeno la pandemia ci ha fermati, crediamo nella ripresa e vogliamo continuare a crescere”.

 

 

 

SINORA, fatturato in positivo per il primo biennio del system integrator ultima modifica: 2021-09-09T17:51:35+00:00 da Emanuele La Veglia

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here