La digitalizzazione non è qualcosa che riguarda soltanto le aziende industriali o del terziario, ma anche il mondo dell’agricoltura, che in questi anni sta sempre più investendo nelle nuove tecnologie. In particolare, per il mondo dell’allevamento, questi investimenti nascono dalla necessità di affrontare le molteplici sfide che si presentano sul campo: dall’evoluzione genetica delle razze, a quella dei mangimi e delle malattie che colpiscono il mondo animale, ai cambiamenti legislativi, fino alla trasformazione del mercato e delle abitudini dei consumatori.
Tutte sfide che rendono i processi sempre più complessi da gestire e monitorare con i metodi tradizionali e che possono invece essere notevolmente migliorati con l’ausilio delle moderne tecnologie digitali.

beFarm: una soluzione di VEM Sistemi

Ecco perché VEM sistemi ha annunciato il lancio di beFarm, una nuova piattaforma per la digitalizzazione del settore avicolo con focus sull’allevamento, capace di ottimizzare la filiera integrata di tutta l’industria.

La soluzione fornisce infatti gli strumenti software e hardware necessari per una gestione degli allevamenti avicoli, fondandosi sull’utilizzo di dati puntuali: sono infatti presenti sensori di campo innovativi, smart e affidabili, in grado di raccogliere misure chiave con la massima precisione, in qualsiasi condizione e senza specifici requisiti di connettività.
I dati dal campo vengono successivamente raccolti in tempo reale, modellati e presentati attraverso una moderna piattaforma cloud, erogata in modalità SaaS, consentendo a ciascun cliente di ottimizzare la propria attività. È così possibile storicizzare tutta la mole di dati raccolti per prendere decisioni data driven.
In particolare, attraverso l’acquisizione, gestione e storicizzazione dei dati raccolti dai sistemi in campo – parametri ambientali, consumi cibo e acqua, stima peso animale, anomaly detection – beFarm garantisce una visibilità in tempo reale, nonché l’identificazione tempestiva delle anomalie e analisi dei KPI, consentendo così di orchestrare al meglio le attività dell’intera filiera.

I benefici per le aziende del settore

I benefici concreti sono di diversa natura, a partire dal miglioramento della qualità del lavoro, grazie alla possibilità di monitorare da remoto e in tempo reale indicatori e allarmi. Queste caratteristiche consentono di ridurre gli spostamenti e permettono di lavorare in condizioni agevoli, semplificando l’operatività quotidiana.

Non meno importante è il miglioramento del livello di benessere degli animali: grazie a modelli statistici puntuali e scrupolosi è possibile evidenziare tempestivamente anomalie ambientali e comportamentali, riducendo la sofferenza degli animali e l’incidenza delle malattie, garantendo così un minor tasso di mortalità e di disomogeneità tra gli esemplari.
Un ulteriore beneficio è costituito dalla automatizzazione dei processi: il rapporto tra il mangimificio e la supply chain avviene in maniera puntuale, per garantire un’attività di rilevamento e coordinamento dettagliata e tempestiva, ottimizzando le performance del processo produttivo.

Più in generale, beFarm assicura un miglioramento delle performance di produzione, in maniera indipendente dalle capacità dei singoli allevatori: tutto questo grazie alla riduzione delle inefficienze lungo la filiera, a processi più snelli e rapidi, all’identificazione tempestiva di anomalie.

 

 

beFarm, ecco la nuova piattaforma per la digitalizzazione della filiera avicola targata VEM Sistemi ultima modifica: 2021-09-09T11:00:14+00:00 da Sara Comi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here